;

Azioni Prysmian corrono sul Ftse Mib: motivi del rally e prospettive

icon calendar icon person
Azioni Prysmian corrono sul Ftse Mib: motivi del rally e prospettive

Azioni Prysmian in netto rialzo: tra i motivi alla base del rally la riapertura del tema delle aggregazioni. Ecco tutti i dettagli ed il parere degli analisti sull’andamento del titolo in Borsa.

Le azioni Prysmian corrono in Borsa nella sessione odierna e si piazzano in cima al paniere di titoli appartenenti all’indice Ftse Mib.
Il gruppo specializzato nella produzione di cavi segna un progresso dell’1,37% andando ad aggiornare i massimi storici in area 27,44 euro per azione.

A fare da assist alla spinta rialzista del titolo la notizia sulla riapertura del tema delle aggregazioni per Prysmian in vista di una possibile valutazione del dossier General Cable, che ieri ha annunciato la potenziale vendita dell’azienda tra le strategie volte a massimizzare il valore degli azionisti.
General Cable è nel mirino di Prysmian già da alcuni anni ed adesso, sottolineano gli analisti di Equita Sim, l’interesse di Prysmian potrebbe avere l’opportunità di manifestarsi in maniera “concreta”.

Azioni Prysmian e dossier General Cable: vantaggi e svantaggi

I rumors riportati da fonti di stampa su una possibile integrazione orizzontale di Prysmian con General Globe potrebbero effettivamente concretizzarsi.
A sostenerlo di analisti di Equita Sim in quanto l’operazione “avrebbe senso industriale, con la possibilità di rafforzare la presenza dell’azienda italiana negli USA (dove è meno presente, ndr) ed estrarre sinergie di costo”.

L’interesse di Prysmian per General Cable non è nuovo. L’annuncio pervenuto ieri di una potenziale cessione del gruppo americano potrebbe dunque riaccendere i riflettori sul tema delle aggregazioni per Prysmian.
Secondo gli esperti, se l’operazione fosse finanziata al 50% tramite carta e al 50% tramite cash, ipotizzando un premio del 15% sul prezzo di General Cable, il rapporto debito netto/Ebitda adjusted per l’esercizio 2017 di Prysmian salirebbe di 1,8 volte rispetto a quello attuale.
Oltre a questo, stando a quando dichiarato da Equita Sim, ci sarebbero altri elementi positivi tra cui:

  • la buona esperienza di Prysmian nelle aggregazioni (operazioni di M&A);
  • il basso rischio Antitrust.

Tra i rischi dell’operazione si annoverano:

  • una possibile controfferta di un competitor;
  • la due diligence sulle attività di General Cable in alcune aree quali l’America Latina;
  • le recenti scarse performance operative.

I risultati 2016 di General Cable indicano infatti dei ricavi in deciso calo a 3,85 miliardi di sterline rispetto ai 4,5 miliardi dell’anno prima, un risultato operativo negativo per 18 milioni e un risultato pre tasse anch’esso negativo per circa 100 milioni di dollari. I risultati preliminari del secondo trimestre annunciati dal gruppo prevedono una perdita operativa di 23 milioni e un risultato operativo rettificato di +32 milioni.

Nonostante questi rischi, gli analisti di Equita Sim sottolineano che l’M&A può rappresentare un buon catalizzatore per le azioni Prysmian in Borsa. Per tale motivo confermano il rating “hold” ed il target price a 27 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Prysmian S.p.A.

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Chiudi [X]