Azioni Mediaset: è tonfo dopo la sentenza su Vivendi

Violetta Silvestri

20/04/2021

30/04/2021 - 13:22

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Azioni Mediaset in picchiata oggi a Piazza Affari: il motivo è lo scontro con Vivendi. La sentenza del Tribunale di Milano ha deluso l’azienda della famiglia Berlusconi. I dettagli.

Azioni Mediaset: è tonfo dopo la sentenza su Vivendi

Azioni Mediaset: è crollo in apertura degli scambi oggi a Piazza Affari.

Il titolo sta cedendo oltre il 2%, come reazione alla sentenza del 19 aprile da parte del Tribunale di Milano. Nel lungo e complesso scontro Mediaset-Vivendi, la pronuncia di ieri dei giudici ha segnato un punto a favore dei francesi.

Nonostante sia stato riconosciuto un risarcimento per la società di Pier Silvio Berlusconi, l’entità è ben al di sotto delle aspettative. Inoltre, la scalata Vivendi nel capitale dell’azienda milanese è stata riconosciuta legittima.

Le azioni Mediaset scambiano a 2,41 euro, con un tonfo del 2,19% alle ore 9.22. I dettagli della sentenza.

Tonfo azioni Mediaset: novità sullo scontro con Vivendi

Mediaset protagonista oggi a Piazza Affari: il titolo sta perdendo in modo netto come reazione alla sentenza del Tribunale di Milano del pomeriggio del 19 aprile.

Nel dettaglio, è tornato sotto i riflettori lo scontro giuridico e finanziario più chiacchierato degli ultimi anni: quello tra Mediaset e Vivendi, alla conquista del potere sulle telecomunicazioni.

Cosa ha stabilito, quindi, il giudice? Innanzitutto i francesi dovranno risarcire la società di Cologno Monzese per un totale di 1,7 milioni di euro. Una somma che ha deluso Mediaset, che aveva avanzato la richiesta di 3 miliardi di euro di risarcimento.

La questione riguardava il mancato il mancato acquisto della pay tv Premium, per il quale è stato riconosciuto un inadempimento agli obblighi preliminari da parte della società di Bolloré, ma non la violazione dei patti parasociali e della concorrenza sleale.

Le azioni Mediaset, in caduta libera con un crollo del 3% alle ore 9.35, hanno subito anche la pronuncia sulla scalata Vivendi.

Nello specifico, il Tribunale di Milano ha respinto le richieste della società dei Berlusconi sull’acquisto illegittimo di Vivendi delle quote Mediaset (al 28,8%). La sentenza ha stabilito che:

“l’operazione di acquisto, da parte di Vivendi, di azioni Mediaset a partire dal dicembre 2016 per un quantitativo complessivamente di poco inferiore al 30% del capitale non sia avvenuto in violazione delle previsioni del contratto stipulato l’ 8 aprile 2016 e risoltosi il 30 settembre 2016”

L’operazione è stata ritenuta legittima anche a livello giuridico. Lo scontro Mediaset-Vivendi non sembra essere finito. La famiglia Berlusconi farà ricorso alla Corte d’Appello.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories