Avvocati: verso la negoziazione assistita via PEC

Isabella Policarpio

17 Aprile 2020 - 10:35

condividi

Gli accordi di negoziazione assistita potranno essere trasmessi via PEC alla Procura. Lo ha chiesto il Consiglio Nazionale Forense nella delibera del 14 aprile 2020. Ecco i dettagli.

Avvocati: verso la negoziazione assistita via PEC

L’attività forense risulta fortemente limitata a causa del coronavirus e del conseguente stop alle udienze civili, penali, amministrative e tributarie fino all’11 maggio 2020. La negoziazione assistita, tuttavia, può essere validamente compiuta, sempre nel rispetto del distanziamento sociale e, dove possibile, preferibilmente tramite Skype. Anzi, tale procedura, in questo particolare momento, deve essere favorita e non ostacolata.

Tuttavia la limitazione degli spostamenti sul territorio può rendere difficile l’adempimento della negoziazione, in particolare il nulla osta da parte della Procura e la trascrizione nei registri dello Stato civile.

Oggetto dell’ultima delibera del CNF è la richiesta che gli avvocati abbiano la possibilità di trasmettere gli accordi perfezionati tramite negoziazione assistita con la Posta Certificata, così da evitare spostamenti non necessari.

Negoziazione assistita perfezionata via PEC

Una recente richiesta del Consiglio Nazionale Forense (in allegato) chiede che sia possibile il perfezionamento della negoziazione assistita tramite Posta certificata da inviare alla Procura, per ottenere l’autorizzazione necessaria a concludere la procedura. Questo, infatti, è un passaggio fondamentale, che serve sia per la trascrizione dell’accordo che per ottenere il titolo esecutivo.

Dunque, il CNF chiede che si possa ultimare il passaggio attraverso l’invio di una PEC, senza, quindi, spostamenti non necessari che possono favorire il contagio. Ciò perché tale possibilità non è stata concessa in maniera uniforme a tutti gli avvocati e serve, quindi, una delibera che valga per tutto il territorio nazionale. Una soluzione che non solo risponde alle misure restrittive in atto ma che potrebbe essere estesa anche a dopo la fine dell’emergenza sanitaria.

Consiglio Nazionale Forense, 14 aprile 2020:

Accordo di negoziazione assistita
Clicca qui per prendere visione

La negoziazione assistita, ora più che mai, costituisce un valido strumento alternativo per la risoluzione delle controversie e quindi serve un lavoro sinergico per favorirne l’utilizzo.

Argomenti

Iscriviti a Money.it