Aumenti di capitale nel 2015, quali sono quelli già approvati: tutte le migliori opportunità di investimento

Sono molte le società su cui nel 2015 sarà possibile investire utilizzando la grandi opportunità offerte dall’aumento di capitale che queste aziende hanno già approvato o deliberato.

Anche se il 2014 si è caratterizzato come l’anno del risparmio gestito con cifre record conseguite nell’attività di accantonamento svolta dalle società di gestione del risparmio, non meno importante è l’attività di investimento. Per il 2015 sono molte le opportunità che potrebbero rivelarsi particolarmente proficue per gli investitori dal momento che, a poco meno di due mesi dall’inizio dell’anno, sono già stati deliberati o approvati gli aumenti di capitale di molte società.

A tal proposito è opportuno ricordare che l’aumento di capitale è un’operazione di carattere straordinario che una società può mettere in atto in genere per ottenere nuova liquidità da investire nelle sue attività ma anche per premiare i propri soci. Data la natura straordinaria dell’operazione, l’aumento di capitale richiede una variazione dell’atto costitutivo della società stessa che deve essere deliberato da un’assemblea straordinaria dei soci, al fine di modificare il capitale sociale stesso dell’azienda.

Più precisamente l’assemblea può decidere di modifica il patrimonio netto, attraverso un aumento a pagamento o di assegnare ai soci riserve o fondi di bilancio, aumento gratuito. In entrambe le situazioni l’aumento di capitale può concretizzarsi o con l’emissione di nuove azioni (da vendere o assegnare) o con l’aumento del valore nominale dei titoli (azioni) già presenti sul mercato.

Nel caso più diffuso, quello in cui la società decide un aumento di capitale a pagamento, con emissione di nuove azioni, queste ultime sono inizialmente offerte in opzioni ai soci che ne possono acquistare una quantità proporzionale alle azioni già detenute, al fine di mantenere inalterato il potere decisionale che detengono all’interno dell’assemblea. Nel caso in cui i soci non siano interessati ad acquistare nuove azioni possono cedere ad altri (anche nuovi investitori) il loro diritto di opzione.

Ecco quali sono le società che hanno già deliberato o approvato un aumento di capitale per il 2015:

  • Aedes = Ha previsto un aumento di capitale per un importo massimo di circa 40 milioni di euro da effettuare tramite raggruppamento delle azioni. Le azioni massime ante raggruppamento ammontano a 8.695.653.600 con prezzo di 0,0046 euro per azione; le azioni massime post raggruppamento ammontano a un massimo di 86.956.536 con un prezzo pari a a 0,46 euro per azione. L’operazione avverrà nel primo trimestre del 2015.
  • Meridie = Anche in questo caso l’operazione è prevista entro il 31 Marzo 2015, per un importo massimo di 1,8 milioni di euro.
  • Bialetti = procederà, entro il 31 Dicembre 2015, a un aumento di capitale per un importo massimo di 14,2 milioni di euro.
  • Cementir = L’assemblea tenutasi lo scorso 23 Febbraio ha deliberato un aumento di capitale per un importo massimo di 300 milioni di euro.
  • Dmail = Entro un anno dalla data della delibera procederà a un aumento di capitale di un importo complessivo pari a 7,55 milioni di euro circa, che prevedrà l’emissione di 52.976.352 azioni ordinarie a un prezzo di sottoscrizione di 0,1425 euro per azione.
  • I grandi viaggi = Anche in questo caso l’aumento di capitale avverrà entro il 31 Dicembre 2015, in una o più tranche per un importo massimo complessivo di 20 milioni di euro.
  • Investimenti e Sviluppo = L’importo massimo dell’aumento di capitale ammonta a 10,17 milioni di euro e avverrà attraverso l’emissione di 127.145.280 nuove azioni, con un rapporto di 20 nuove azioni ogni azione posseduta, con attribuzione gratuita di un warrant per ogni nuova azione sottoscritta, al prezzo unitario di emissione di 0,08 euro.
  • Molmed = L’operazione di aumento di capitale sarà eseguita entro il 31 Dicembre 2016, per un importo massimo di 50 milioni di euro.
  • Monte dei Paschi di Siena = Il famoso aumento di capitale, resosi necessario dopo il fallimento degli stress test della BCE dello scorso Ottobre, sarà eseguito nelle finestre di Marzo o Maggio 2015, per un importo massimo di 3 miliardi di euro. In questo caso l’operazione sarà assistita anche da un accordo di pre-garanzia.
  • Sintesi = L’aumento di capitale avverrà entro il 31 Dicembre 2015 e avrà un importo massimo di circa 19,5 miliardi di euro.
  • Visibilia Editore = In questo caso l’operazione prevedrà l’emissione di nuove azioni ordinarie al prezzo di 0,50 euro per azione e un importo massimo di circa 5 milioni di euro.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories