Aumentano i super ricchi: in Italia +10% nel 2016

Francesca Caiazzo

29 Settembre 2017 - 18:00

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Crescono i super ricchi. Negli Usa si registra un aumento del 10%, in Italia sono passati da 229 mila a 252 mila. Nel 2025 potrebbero detenere una ricchezza superiore ai 100 mila miliardi di dollari.

Non temono la crisi, continuano a investire e sono in aumento. Stiamo parlando dei super ricchi, uomini e donne il cui patrimonio finanziario personale supera il milione di dollari. Per loro, il 2016, è stato un anno fortunato: sono cresciuti dell’8% negli Stati Uniti d’America e del 10% in Italia.

Un fenomeno globale in continua crescita che è stato analizzato nel World Wealth Report 2017 di Capgemini. Una vita agiata, lusso, benessere ma anche investimenti: i super ricchi, secondo il report, preferiscono i mercati azionari.

L’aumento dei super ricchi

Chi sono e dove sono concentrati questi fortunati “paperoni”? Innanzitutto, bisogna evidenziare che il fenomeno è in continua crescita a livello globale: nel mondo i super ricchi sono circa 15 milioni, una fascia ristretta di popolazione – lo 0,2% - che però detiene la maggior parte della ricchezza e che in un solo anno è aumentata del 7,5% rispetto al 4,9% del 2015.

Il fenomeno riguarda anche l’Italia, che nella classifica stilata nel rapporto Capgemini, si piazza al decimo posto. Su 60 milioni di abitanti, 252 mila dispongono di un patrimonio finanziario personale che supera 1 milione di dollari e nel solo 2016 sono aumentati del 10% (erano 229mila l’anno precedente). Il motivo di questo balzo, secondo i dati del report, è da ricercare anche nella crescita del Pil dello 0,9% nel 2016 (0,6% nel 2015).

Ai piani alti della classifica, tra i Paesi Europei, c’è solo la Germania, che fa compagnia agli Stati Uniti d’America, la Cina e il Giappone: in queste quattro aree geografiche si concentra addirittura il 61,1% dei super ricchi a livello mondiale.
In particolare, negli Usa, le persone super benestanti sono 4 milioni 795 mila e nel 2016 sono aumentati dell’8%.

Ma tra le prime dieci posizioni, c’è spazio anche per Francia, Gran Bretagna, Svizzera, Canada e Australia. Spiccano, infine, l’aumento a due cifre di Russia e Brasile dove i super ricchi sono cresciuti rispettivamente del 20% e dell’11%.

Come investono i super ricchi

Nel mercato finanziario, tecnicamente vengono chiamati High Net Worth Individuals (HNWI), individui che - escludendo residenza principale, beni da collezione, i beni di consumo e quelli durevoli - hanno investito oltre un milione di dollari: il loro patrimonio è gestito da wealth manager, un terzo della loro ricchezza viene investito in azioni e il valore medio complessivo degli investimenti è aumentato del 24,3%.

Più precisamente, le azioni restano l’investimento preferito ed è qui che si concentra il 31,3% della loro ricchezza, sale inoltre la quota di contante con un 27,3% mentre si attestano al 18% i titoli a rendimento fisso.
In un anno, diminuiscono sensibilmente, passando dal 15,7% al 9,7%, gli investimenti in hedge fund, derivativi, valuta estera e materie prime.

Previsioni future

Dunque, i super ricchi aumentano. Cresce anche il loro patrimonio finanziario personale, che nel 2016 è aumentano dell’8,2% rispetto al +4% rilevato nel 2015.
Uno scenario che ci consegna una crescita globale guidata soprattutto dagli ultra ricchi (con asset oltre i 30 milioni di euro) il cui patrimonio è aumentato del 9,2% e che, rileva Capgemini, non conoscerà crisi, anzi.

Secondo il rapporto, il trend positivo è destinato a confermarsi: la stima è che nel 2025 la ricchezza dei super benestanti potrebbe superare i 100 mila miliardi di dollari, pari al doppio della somma dei Pil di Stati Uniti, Cina e Giappone.

Argomenti

# Italia

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories