Assunzioni Amazon, 500 posti di lavoro entro fine anno: come candidarsi

Giorgia Bonamoneta

30 Novembre 2021 - 22:25

condividi

Amazon assume. Sono 500 i nuovi posti di lavoro messi a disposizione dal colosso dell’e-commerce entro il 2021, che si sommeranno ai già 12.500 dipendenti. Ecco come fare domanda.

Assunzioni Amazon, 500 posti di lavoro entro fine anno: come candidarsi

Il colosso dell’e-commerce Amazon cerca personale. Continuano gli investimenti di Amazon nella nostra penisola e dopo aver aperto diversi nuovi stabilimenti, ha rilasciato un nuovo annuncio. Sembra infatti che, entro la fine dell’anno 2021, Amazon assumerà altre 500 persone.

Negli scorsi mesi l’azienda americana aveva raggiunto un accordo con i sindacati sul Contratto collettivo nazionale di lavoro. Un accordo che si traduceva in un aumento della retribuzione d’ingresso (solo per il settore logistico) dell’8% e quindi le nuovi assunzioni beneficeranno dell’aumento.

Amazon è perennemente nei salotti dei critici e, ogni tot tempo, viene annunciata la sua conquista dei mercati o la sua completa disfatta. Le congetture e le teorie servono a poco, soprattutto nel nostro Paese dove l’e-commerce più famoso al mondo è solido e da 11 anni investe sempre più fondi, soprattutto nella creazione di posti di lavoro come nel caso dello stabilimento in Abruzzo.

Amazon assume fino a 500 persone entro il 2021

Amazon è, a dispetto del criticato rapporto dipendente-datore raccontato in più occasioni, l’azienda privata che ha creato più posti di lavoro in Italia negli ultimi 11 anni. Dal 2011 a oggi Amazon ha assunto oltre 12 mila persone e conta di aggiungerne altre 500.

Questo è stato l’anno dell’accelerazione e, grazie all’aumento delle vendite online, Amazon ha deciso di investire nell’apertura di nuovi magazzini e centri di distribuzione su tutto il territorio; solo nel 2021 infatti sono entrati in attività i centri di distribuzione di Novara e di Cividate al Piano (BG), e il centro di smistamento di Spilamberto (MO). Seguono a questi investimenti, che dal 2010 hanno raggiunto la cifra di 8,7 miliardi, il più alto numero di posti di lavoro di un’azienda privata.

Amazon assume: 500 posti creati tra magazzini e uffici

Amazon ha creato molti posti di lavoro, su questo non ci sono dubbi, ma da questo settembre è stato fatto un passo in avanti notevole: stipendio di ingresso più alto. Questo aumento è più alto della media della categoria dell’8%. Lo stipendio medio passerà così da 1.550 euro lordi al mese a 1.680 euro lordi.

Le assunzioni previste al momento sono distribuite nei ruoli all’interno dei grandi centri di distribuzione. Si parla anche di un grande investimento in Abruzzo, con l’apertura del primo magazzino di Amazon sul territorio e che porterebbe 1.000 nuovi posti di lavoro nella regione.

Accanto a questi, Amazon ha intenzione di investire e ampliare gli uffici di Milano, il servizio clienti di Cagliari e il centro sviluppo di Torino, dove si lavora al miglioramento del sistema di comprensione del dispositivo di home assistant Alexa.

Amazon apre fino 500 posti di lavoro: come candidarsi?

Fare un colloquio con Amazon non è difficile, anzi. Sulla pagina dedicata alle offerte di lavoro, creata dalla stessa azienda, è possibile controllare i posti disponibili più vicino alla propria geo localizzazione. Una volta scelto il magazzino, o più di uno, dove fare la domanda, basterà seguire i passaggi:

  • registrazione dell’account
  • creazione di un curriculum, ma si può anche collegare l’account di Linkedin o caricare il proprio curriculum in PDF
  • colloquio di 15 minuti
  • assunzione o rifiuto

In alternativa si possono trovare candidature disponibili (diverse rispetto a quelle nel sito Amazon Jobs) tra gli annunci di agenzie per il lavoro interinali.

Insomma, la rete è il modo migliore per essere contattati da Amazon che, da quanto sappiamo dopo 11 anni di esperienza, non è possibile raggiungere per lasciare il classico curriculum cartaceo.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# Amazon

Iscriviti a Money.it