L’ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti ha recentemente rilasciato una serie di brevetti Apple relativi al suo defunto Project Titan e finalizzati alla ricarica delle batterie delle auto elettriche. Uno di questi si intitola «Stazione di ricarica con meccanismo di allineamento passivo per veicoli».

Nuovi brevetti di Apple per le auto elettriche emersi negli USA

Questo punto di ricarica consentirebbe di essere installato in qualsiasi garage, secondo Apple, e il veicolo potrebbe venire caricato grazie a un meccanismo di traslazione longitudinale senza la necessità di manipolarlo.

Sebbene Apple non pensi più di lanciare la propria auto elettrica autonoma, la società di Cupertino continua a guardare al settore automobilistico. Secondo il brevetto e i disegni in esso inclusi, questa stazione di ricarica «passiva» può essere installata in qualsiasi garage consentendo al punto di ricarica dell’auto di «scivolare» da sola nel caricatore durante il parcheggio.

I sistemi descritti nel brevetto mostrano come un’auto elettrica possa essere ricaricata senza collegamento manuale

I sistemi e i metodi descritti nel brevetto mostrano come un veicolo elettrico possa essere collegato a una stazione di ricarica senza collegamento manuale da parte di un operatore. Le strutture sul lato del veicolo, compresa una presa di ricarica, si allineano con la presa di ricarica durante la guida del veicolo, sia sotto controllo manuale che sotto controllo autonomo:

«La stazione di ricarica per auto elettriche include un meccanismo di allineamento passivo che include una fase di traslazione longitudinale che consente il movimento in direzione longitudinale, una spina di ricarica collegata al meccanismo di allineamento passivo e un connettore rilasciabile».

Inoltre, Apple prevede implementazioni più avanzate del sistema in cui il connettore potrebbe essere collegato magneticamente alla porta senza alcun intervento da parte dell’utente. Certo, è uno dei tanti brevetti che potremmo non vedere in produzione, ma indubbiamente ha il merito di offrire nuove soluzioni per facilitare l’espansione dell’infrastruttura di ricarica per le auto elettriche.