Le app di incontri migliori del 2019

Da Tinder a Bumble, passando per Once e Happn, ecco le migliori app di incontri online gratuite per conoscere persone e (magari!) l’anima gemella.

Le app di incontri migliori del 2019

Le app di incontri non godono di un’ottima reputazione, ma non si può negare che oggi siano uno dei modi migliori per conoscere persone e stringere relazioni, fugaci o lunghe che siano. Le dating app sono utilizzate per lo più da single alla ricerca di un flirt o di un nuovo partner, ma anche semplicemente per conoscere persone interessanti, magari lontane dalle nostre cerchie di amici ma affini a noi.

Cerchi app di incontri gratuite e affidabili per conoscere nuove persone o trovare l’amore? Il mercato pullula di siti per appuntamenti, ma per aiutarti a districarti in questo affollamento di piattaforme, abbiamo scelto le migliori app d’incontri online.

La selezione è stata fatta in base a facilità d’uso, popolarità, interfaccia semplice, disponibilità per tutti i sistemi operativi, funzioni presenti, grado di sicurezza per la privacy e gratuità. Ecco Se sei pronto a prendere sul serio il tuo futuro amoroso nel 2019, ecco la lista delle app per single che devi conoscere assolutamente.

1) Tinder

Tinder è forse il social network dating più famoso al mondo. Semplicissimo da usare, permette all’utente di sfogliare le foto inserite dalle persone geograficamente vicine. Basta crearsi un profilo con login via Facebook o ex novo, caricare 4 foto, aggiungere una descrizione e selezionare le persone che ci piacciono.

Per ogni profilo vengono presentate delle foto, alle quali l’utente può decidere se assegnare un segno di apprezzamento (un cuoricino) oppure semplicemente andare avanti facendo scroll col dito. Il tutto mentre si è in metro, dal dentista, in fila alla cassa o sul divano.

Quando le due persone mostreranno reciprocamente interesse, a quel punto scatterà il match e potranno cominciare a chattare, passare su WhatsApp o magari decidere di incontrarsi di persona.

2) Happn

Avete presente quando vedete qualcuno in metro, ma non sapete come approcciarvi? Ecco, questo è il motivo per cui è nata questa app di incontri. Happn nasce proprio per cercare di farci fare quattro chiacchiere con qualcuno che ci ha colpito per strada o a una festa.

Ogni volta che due persone con quest’app scaricata sul telefono si incontrano, viene registrato l’avvenimento e si crea un collegamento grazie al quale potrete sapere quando, dove e a che ora vi siete incontrati. Quando entrambe le persone si lasceranno un like allora si attiverà la chat e si potrà cominciare a parlare.

3) Once

Once è la dating app “anti-Tinder” che permette di vedere un solo profilo al giorno, selezionato non dal sistema, ma da un team di esperti del settore. Grazie ai Matchmakers, persone in grado di capire se il partner è adatto a te e il grado di affinità, l’app diventa unica nel suo genere.

Ogni giorno a mezzanotte i due utenti visualizzeranno la foto proposta e solo quando entrambi dovessero piacersi si potrà iniziare a chattare. La favola di Cenerentola in versione digitale. Se invece non dovesse scoccare la scintilla basterà attendere 24 ore per vedere il nuovo partner proposto.

4) Bumble

Molto simile a Tinder per via della ricerca a scorrimento, Bumble ha però una caratteristica distintiva: è la parte femminile ad avere in mano le redini del gioco; motivo per cui è considerata la dating app perfetta per le donne.

Su Bumble solo le donne possono prendere l’iniziativa, avviando le conversazioni, tranne che nel caso di coppie dello stesso sesso (è possibile modificare le preferenze dalle impostazioni) o di persone con cui si è amici su Facebook.

L’app è gratuita e disponibile al momento per dispositivi Android, iPad e iPhone con iOS 8 o versioni successive. Non c’è la versione per Windows. Una volta installata si può effettuare l’accesso tramite Facebook (da cui prende le foto del profilo e le info come età, data di nascita e istruzione), ma bisogna avere almeno 17 anni per usarla.

Bumble è meglio di Tinder?

5) Grindr

Una delle app di dating più usate dagli utenti omosessuali è Grindr, basata sulla localizzazione. Per iniziare a usarla ci si deve iscrivere riempendo il modulo con indirizzo email, password e data di nascita, inserire una foto profilo e poi partire con la ricerca sulla mappa degli iscritti vicini a te.

Durante la creazione del profilo si possono inserire le preferenze dalla voce “Sto cercando” in modo da aiutare l’algoritmo a mostrarci le persone più vicine ai nostri gusti.

Grindr è molto semplice e intuitiva da usare, ed è disponibile sia per iOS che per Android dai rispettivi app store.

Basta consultare i profili degli utenti e scorrere le loro foto per capire se possono essere interessanti e decidere di avviare una chat. Si possono inviare messaggi di testo, foto, note audio, adesivi e anche la propria posizione, proprio come su WhatsApp.

6) The Inner Circle

Tra le dating app più interessanti al momento vale la pena citare The Inner Circle, la piattaforma per incontri selettiva. Infatti è pensata per mettere in contatto giovani professionisti che vivono vicini e condividono background, interessi e hobby. I membri della community provengono soprattutto dal mondo delle startup e sono imprenditori, creativi, designer, ecc... Non a caso per accedere al database di incontri e passare la selezione vengono analizzati i profili LinkedIn. È possibile scorrere i profili, filtrare in base alla vicinanza geografica e alla compatibilità, inviare il proprio “interesse” a chi ci piace, ma non solo. Gli utenti possono iscriversi per partecipare agli eventi esclusivi organizzati nelle capitali di tutto il mondo per incontrarsi dal vivo. The Inner Circle è disponibile via app o sito web, l’iscrizione è gratuita e il login si può fare tramite contatto Facebook o LinkedIn.

7) Ok Cupid

OkCupid è una delle poche app di incontri che non richiede l’iscrizione a Facebook. Quello che bisogna fare è creare un nome utente e compilare i dati del profilo, collegabile eventualmente all’account Instagram. Il sistema genera delle domande le cui risposte andranno a creare un punteggio percentuale che riflette la compatibilità con gli altri utenti e che potranno essere rese pubbliche o nascoste. Per cercare qualcuno che ci piace basta andare alla voce Match o Quickmatch, che limita i risultati alle sole foto e consente una ricerca più rapida e diretta. L’app è gratuita, ma per vedere più di 5 persone che hanno visitato il profilo di recente e sapere a chi piaci bisogna pagare la versione premium.

8) Lovoo


Un’app particolarmente amata dai più giovani perché offre la possibilità di mettersi in contatto con le persone che ci abitano vicino. Il funzionamento è molto simile a quello di Instagram: si possono vedere una serie di foto ed esprimere il proprio apprezzamento. E a proposito di Instagram, l’app di proprietà di Facebook è sempre più utilizzata anche come chat tra gli utenti che dalla visualizzazione di una Storia, un video o una foto possono approfittarne per scrivere in privato alla persona che gli interessa.

Ma tornando a Lovoo, per trovare le persone vicino a noi non si dovrà far altro che attivare la funzione radar, che mostrerà le foto di uomini o donne che sono nelle vicinanze del nostro posizionamento. Una volta trovata la persona giusta, attraverso il servizio di chat, potrete iniziare a conoscerla meglio e vedere se è all’altezza delle nostre aspettative.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su App

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.