App Immuni non funziona su tutti gli smartphone: chi non può scaricarla

Fiammetta Rubini

04/06/2020

23/03/2021 - 16:13

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Ecco la lista degli smartphone Android e iPhone su cui Immuni non funziona, i modelli e i sistemi operativi supportati.

App Immuni non funziona su tutti gli smartphone: chi non può scaricarla

Meno persone usano Immuni, meno efficace si rivelerà l’app nata con lo scopo di tracciare i contagi da coronavirus e limitarne la diffusione. Il problema è che Immuni non funziona su tutti i telefoni, e senza uno smartphone compatibile non è possibile utilizzarla.

Ecco cosa bisogna controllare sul proprio telefono per scoprire se possiamo usare Immuni oppure no.

Immuni: modelli e sistemi operativi compatibili

Al momento Immuni è disponibile per il download solo su App Store (per iPhone) e Google Play Store (per Android).

Come spiegato anche dalle FAQ del sito, Immuni non supporta tutti i dispositivi in commercio, ma si sta lavorando per consentire al maggior numero di persone possibile di usarla anche se si possiede un vecchio telefono o un modello con AppGallery al posto di Google Play Store.

Chi ha un iPhone può scaricare Immuni dall’App Store e usarla correttamente se il telefono è aggiornato a iOS 13.5 o superiore. Se dovesse riscontrare problemi o bug, si consiglia di aggiornare iOS all’ultima versione disponibile. I modelli di iPhone compatibili con l’app Immuni sono, dunque, iPhone 11, 11 Pro, 11 Pro Max, Xr, Xs, Xs Max, X, SE (2nd generation), 8, 8 Plus, 7, 7 Plus, 6s, 6s Plus, SE (1st generation).

Per scaricare Immuni su uno smartphone Android bisogna verificare che il telefono abbia tutti e tre questi requisiti:

  • Bluetooth Low Energy
  • Android versione 6 (Marshmallow, API 23) o superiore
  • Google Play Services versione 20.18.13 o superiore

Immuni non funziona su questi telefoni

Visti i requisiti e le caratteristiche richieste dall’app, veniamo ora al focus del nostro articolo: i telefoni su cui Immuni non funziona.

Non può usare l’app chi ha un modello di smartphone Android senza Bluetooth Low Energy o non permette l’aggiornamento di Android e di Google Play Services alle versioni minime indicate.

Per quanto riguarda gli utenti Apple, non si può usare Immuni se il modello di iPhone non permette l’aggiornamento di iOS a una versione pari o superiore alla 13.5. Esclusi quindi iPhone 5, 5c, 5s, 6 e 6s.

Ma i più penalizzati al momento sono forse i Huawei. Il team di sviluppo ha annunciato di essere al lavoro per consentire di scaricare Immuni anche da AppGallery, così da includere nella lista di smartphone compatibili anche alcuni modelli di Huawei su cui non c’è Google Play Store ma Huawei AppGallery. Tra questi troviamo Mate 30 Pro, P40 lite, Mate Xs, P40, P40 Pro e P40 Lite.

Infine è bene precisare che per usare Immuni non serve essere perennemente connessi a Internet perché il servizio funziona via Bluetooth. Tuttavia per funzionare l’app ha bisogno di connettersi a internet almeno una volta al giorno per scaricare le informazioni necessarie a controllare se si è venuti in contatto con utenti potenzialmente infetti. Resta scontato quindi che per utilizzare Immuni è necessario possedere uno smartphone con bluetooth perfettamente funzionante.

Argomenti

# App

Iscriviti alla newsletter

Money Stories