WTI future: RSI privilegia strategie rialziste su pullback

Le quotazioni del derivato sul petrolio texano sono in evidenza tra le principali commodity, a seguito delle parole di ieri del Presidente Usa Donald Trump. La struttura tecnica favorisce strategie rialziste, ma su eventuale ritracciamento. Ecco i livelli da monitorare secondo l’analisi tecnica

WTI future: RSI privilegia strategie rialziste su pullback

Le quotazioni del petrolio WTI proseguono per la via del rialzo dopo i forti guadagni di ieri a seguito delle parole del Presidente Usa Donald Trump.

La Casa Bianca ha scelto di cancellare le esenzioni che fino ad oggi hanno permesso ad alcuni parsi di continuare a negoziare greggio con Teheran (clicca qui per approfondire).


WTI future, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

A livello grafico i corsi della materia prima hanno segnato un nuovo massimo crescente, confermando il modello di high e low ascendenti in atto da fine dicembre 2018. Il breakout rialzista di ieri arriva dopo 9 sedute di sostanziale lateralità, che ha visto i corsi intrappolati all’interno di due livelli statici di lungo periodo.

L’area di prezzi appena abbandonata è infatti lasciata in eredità dai due minimi segnati a giugno e agosto 2018, rispettivamente a 63,59 e 64,51 dollari. Il recente impulso rialzista, quindi, oltre a confermare la struttura grafica favorevole ai compratori denota anche che gli stessi sono riusciti ad oltrepassare un duplice livello resistenziale, dal quale i venditori potevano tornare in vantaggio.

Osservando l’oscillatore RSI settato a 14 periodi si può notare che al momento rimane in area di ipercomprato, come già avvenuto nelle prime sedute di aprile e di nuovo durante la seconda ottava del mese.

Considerando che oggi lo strumento di momentum sta indebolendo la sua inclinazione rialzista, sei si dovesse formare un top dell’oscillatore su questi livelli si completerebbe una divergenza ribassista, che avrebbe come top il valore segnato l’8 aprile scorso.

Per questo motivo si potrebbero quindi preferire strategie di matrice rialzista, ma su eventuale ritracciamento. L’area statica precedentemente menzionata potrebbe essere una buona zona alla quale attendere segnali candlestick dalle implicazioni rialziste, in linea con la tendenza dominante.

Privilegiare un’entrata long su pullback al posto di una strategia breakout consentirebbe di aumentare in modo significativo il potenziale rapporto di rischio-rendimento, dal momento che i target primario e finale sono molto ambiziosi.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su WTI future


Elaborazione Ufficio studi di Money.it

Vista la struttura tecnica del WTI future, si potrebbero privilegiare strategie long su pullback. In particolare si potrebbe dare il via ad operazioni di acquisto nel caso di segnali di forza in prossimità di 64,51 dollari.
In tal caso lo stop loss potrebbe essere collocato poco al di sotto del minimo segnato il 16 aprile scorso, più precisamente a 62,50 dollari.
Un primo obiettivo di profitto potrebbe essere collocato sul livello tondo a 72 dollari, mentre un target finale in prossimità della trendline ascendente che conta i principali segnati da febbraio 2018, ora transitante a 73 dollari.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.