Analisi criptovalute: Ripple si smarca dai minimi di periodo, ma il peggio non è ancora alle spalle

Dopo la forte candela rialzista di ieri le quotazioni di Xrp/Usd potrebbero incontrare un altro duro ostacolo presso la resistenza statica a 0,35172 dollari

Analisi criptovalute: Ripple si smarca dai minimi di periodo, ma il peggio non è ancora alle spalle

Seduta piuttosto tranquilla oggi per Ripple, reduce dal sensazionale rally messo a punto ieri che ha riportato le quotazioni in prossimità dei massimi di inizio mese (clicca qui per approfondire la notizia relativa all’imminente sbarco di Ripple sul mercato xRapid).

Nonostante la veloce reazione di ieri le quotazioni del cambio Xrp/Usd non hanno però ancora posto solide basi per invertire la tendenza di lungo periodo che permane ribassista. Vediamo perchè.


Xrp/Usd, grafico giornaliero. Fonte: Bitfinex

La candela di ieri non compromette minimamente l’imperante trend ribassista che caratterizza il cambio. Come si nota, nella seduta odierna i prezzi stanno iniziando a perdere nuovamente slancio.

Un’altra indicazione relativa alla probabile continuazione della debolezza, si trova nel fatto che le quotazioni abbiano reagito negativamente al contatto con la linea di tendenza di breve periodo che collega i massimi del 17 con quelli del 28 agosto 2018. Quota 0,35172 dollari è inoltre una zona in cui c’è una forte presenza di offerta che sarà, se raggiunta, un durissimo ostacolo per l’avanzata dei corsi.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Xrp/Usd


Elaborazione Ufficio Studi Money.it

Operativamente si potrebbero mettere in atto due strategie ribassiste, così da migliorare il prezzo di carico. La prima parte si potrebbe vendere sulle attuali aree, a 0,3152 dollari, mentre la seconda nell’eventuale arrivo nell’intorno di 0,35172 dollari: il prezzo medio di carico risulterebbe 0,33346. Lo stop loss per questo tipo di operatività andrebbe posto a 0,39250, l’obiettivo principale a 0,26700 e l’obiettivo finale a 0,2540.

Per chi invece volesse azzardare operazioni contro tendenza, si potrebbe puntare su un breakout della resistenza a 0,35172 dollari: in caso di forti volumi e volatilità sul movimento si potrebbero creare i presupposti per avviare acquisti che avrebbero obiettivo primario a 0,4260 dollari, per poi passare, nel caso di una ulteriore rottura, nell’intorno di area 0,50 dollari. In tal caso lo stop loss andrebbe inserito sotto 0,2380. Il rischio rendimento sarebbe però sfavorevole per quanto riguarda il primo obiettivo di prezzo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.