Analisi tecnica: Pirelli crolla dopo profit warning Continental, la price action del titolo

Pirelli estremamente debole a Piazza Affari avrebbe lo spazio per scendere ulteriormente. Le strategie ribassiste potrebbero però risultare tardive

Analisi tecnica: Pirelli crolla dopo profit warning Continental, la price action del titolo

Pirelli scivola sul fondo del FTSE Mib con un ribasso pesante che a lunghi tratti ha sfiorato i 5 punti percentuali. A pesare sulle contrattazioni è il profit warning lanciato da Continental, che ha avuto riflessi su tutto il comparto dell’indotto automobilistico.


Pirelli, grafico daily. Fonte: Bloomberg

Dall’analisi tecnica del grafico giornaliero del titolo si può notare come ad ostacolare il rialzo delle quotazioni sia stato il contatto con la linea di tendenza resistenziale ottenuta collegando i massimi del 29 gennaio 2018 con quelli del 9 agosto 2018.

Nella seduta del 20 agosto i corsi hanno dato i primi segni di cedimento della fase laterale che perdurava dal 9 agosto scorso, per poi crollare durante la seduta odierna e chiudere il gap up lasciato aperto dal 7 agosto.

I prezzi sembrano ora diretti verso quota 7,20 euro, dove transita la trendline disegnata con i minimi del 12 e 13 luglio 2018 che, se dovesse cedere, porterebbe i corsi al successivo livello di area 7,05 euro, dove si trova il supporto dinamico costruito collegando i minimi del 19 ottobre 2017 con quelli del 12 luglio 2018.

Sembra quindi che le quotazioni abbiano ancora un po’ di spazio per scendere, ma la zona compresa tra 7,05 e 7,00 euro ad azione potrebbe essere un valido punto di approdo per il fronte ribassista: il supporto statico a 6,98 euro lasciato in eredità dai minimi del 6 febbraio 2018 ha calamitato i prezzi per tutto l’anno e sembrerebbe pronto a fungere nuovamente come valido punto di rimbalzo.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategia operativa su Pirelli


Elaborazione Ufficio studi Money.it

Dall’analisi tecnica di Pirelli sembra che non ci sia abbastanza spazio per poter adottare un’operatività a matrice ribassista con un buon rapporto rischio rendimento. A tal proposito quindi, si potrebbe attendere un eventuale approdo con pattern di inversione rialzista (come un Hammer, una morning star, una pin bar, un engulfing) in area 7 euro per un’eventuale entrata long che abbia stop loss a 6,70 euro, obiettivo principale a 7,36 euro e obiettivo finale a 7,44 euro ad azione.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.