Analisi forex: Usd/Jpy, cosa ci dicono i prezzi a poche ore dal comunicato della Fed?

Le quotazioni Usd/Jpy tentano di riaffacciarsi presso la resistenza a 113,30 che, se non dovesse venire raggiunta, darebbe adito ad una failure swing

I dati intraday e in tempo reale del Grafico USD/JPY sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

In questi giorni di attesa per la Fed sul fronte valutario i prezzi si presentano sostanzialmente fermi, senza presentare movimenti di rilievo. Durante questa ottava l’indice del dollaro ha segnato un fiacco rialzo che ha portato a 3 giorni di piccole performance positive e al momento della scrittura si attesta ad un -0,06%. Un rialzo così debole fa pensare che un rialzo dei tassi sia stato scontato e che quindi, se dalla banca centrale americana i toni risulteranno pacati, il biglietto verde potrebbe proseguire la sua correzione a ribasso partita il 30 maggio scorso.

Settimana cruciale per il cambio Usd/Jpy

Una situazione grafica interessante è quella presentata dal cambio Usd/Jpy che dopo il Dollar index stesso, è considerato il termometro della salute del dollaro per eccellenza. Osservando il time frame 4 ore, la situazione appare piuttosto delicata, con i prezzi che tentano di riaffacciarsi all’area di resistenza di 113,300 che, se non dovesse venire raggiunta, darebbe adito a scenari ribassisti mettendo in atto un failure swing che potrebbe ritracciare tutti i guadagni fatti durante la settimana: la corrente candela settimanale presenta inoltre una situazione piuttosto interessante, infatti i prezzi hanno segnato nella settimana conclusasi il 25 maggio scorso una bearish engulfing su una zona di resistenza molto importante che non è ancora stata annullata. Ci sono quindi buone possibilità che il biglietto verde si possa ulteriormente indebolire, con i prezzi che potrebbero andare a toccare la zona di 109,200.

La corsa fatta dal dollaro americano è stata forte e questo recupero è strutturalmente diverso perché più debole, con i prezzi che arrancano sui livelli resistenziali e non riescono ad estendere come hanno fatto in passato. Assecondando questa ipotesi quindi, una rottura della zona supportiva di area 110 darebbe con buona probabilità seguito ad ulteriori vendite che potrebbero protrarsi fino ad area 109,700 in primo luogo, per poi proseguire fino a 109,200. Uno stop loss ragionevole per questa strategia potrebbe trovarsi in area 110,400.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su USDJPY (Dollaro/Yen Giapponese)

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Ufficio Studi Money.it -

Analisi statistica: operare sul cambio USD/JPY utilizzando la correlazione con Wall Street

Analisi statistica: operare sul cambio USD/JPY utilizzando la correlazione con Wall Street

Commenta

Condividi

Alessandro Venuti -

Analisi tecnica Forex: USD/JPY, rincorsa finita dopo tre sedute positive?

Analisi tecnica Forex: USD/JPY, rincorsa finita dopo tre sedute positive?

Commenta

Condividi

Ufficio Studi Money.it -

Analisi tecnica forex: USD/JPY, la rottura della trendline supportiva dovrà essere confermata dalla chiusura odierna

Analisi tecnica forex: USD/JPY, la rottura della trendline supportiva dovrà essere confermata dalla chiusura odierna

Commenta

Condividi