Amazon vola grazie a coronavirus, assunzioni per 75.000 unità

Titolo Amazon in rally grazie all’annuncio di nuove assunzioni per incontrare la domanda crescente

Amazon vola grazie a coronavirus, assunzioni per 75.000 unità

Non tutte le aziende stanno soffrendo a causa del coronavirus. Amazon, ad esempio, colosso specializzato nella spedizione di prodotti, ha ritenuto necessario aumentare il proprio capitale umano con 75.000 nuove assunzioni, in aggiunta alle 100.000 di un mese fa. Il titolo è andato in rally sfiorando il 5%.

Amazon annuncia nuove assunzioni

Nelle scorse settimane, la compagnia di Jeff Bezos ha assunto 100.000 nuovi impiegati per incontrare la più alta domanda dovuta all’epidemia di coronavirus, ma ha deciso di aggiungere altre 75.000 lavoratori negli Stati Uniti. Amazon non ha comunicato quale percentuale delle nuove assunzioni sarà full time.

La compagnia ha rivelato i suoi propositi di espansione in un post sul blog oggi, lunedì 13 aprile, nel quale ha annunciato anche che incrementerà la propria spesa sui pagamenti a oltre 500 milioni di dollari in luce del maggiore bisogno, su rispetto ai 350 milioni annunciati il mese scorso.

Amazon ha detto di sperare che le sue assunzioni possano in qualche modo mitigare i licenziamenti causati dalla crisi economica che ha colpito gli Stati Uniti. Il numero delle persone senza lavoro è aumentato a dismisura in poche settimane, e ha raggiunto proporzioni drammatiche.

Amazon vuole assumere persone che vogliono cercare lavoro “fino a che le cose non ritornano alla normalità e il loro precedente datore di lavoro è in condizioni di riassumerli”. Le nuove posizioni saranno dunque a tempo determinato.

Decine di migliaia di assunzioni, comunque, non possono neanche lontanamente avvicinarsi a compensare milioni di persone che hanno perso il lavoro dall’inizio dell’emergenza.

Coronavirus, Amazon in rally

Amazon non è l’unico grande distributore ad aver vertiginosamente aumentato il numero di dipendenti durante l’emergenza coronavirus. Negli Stati Uniti, infatti, anche Walmart, Kroger e Instacart hanno annunciato grandi assunzioni.

Le ragioni sono principalmente due. La prima è che metà dell’umanità è in una qualche forma di isolamento, e dunque sono aumentate le ordinazioni online di beni primari e secondari. La seconda è che molte persone accumulano beni nel corso dell’emergenza per paura che si esauriscano.

Intanto Amazon ha aumentato il salario dei dipendenti, raddoppiato il compenso per lo straordinario e concesso due settimane di assenza retribuita in caso di positività alla COVID-19 (anche se per guarire, di solito, ci vuole un po’ di più). Tutto questo per raffreddare gli animi dopo che, nelle ultime settimane, ci sono state numerose proteste per la salute dei lavoratori.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories