NewCo Alitalia, nominati i vertici

Dopo l’annuncio del ministro dell’Economia è stato sciolto anche il nodo nomine dei vertici della NewCo Alitalia

NewCo Alitalia, nominati i vertici

Il salvataggio Alitalia fa un ulteriore passo avanti: sono stati nominati i vertici

A 24 ore dall’annuncio del ministro dell’Economia Gualtieri sulla tanto attesa newco, nella serata di venerdì 9 ottobre è stata siglata la nomina dei vertici del cda.

Il passo in avanti nel lungo e complesso dossier della compagnia di volo è giunto in un momento cruciale: due giorni fa, infatti, il commissario Leogrande aveva sollecitato il Governo ad accorciare i tempi sulla costituzione della società pubblica.

Con il cda della newco designata dal Governo, cosa aspettarsi per il futuro di Alitalia?

Gualtieri su Alitalia: la newco è stata definita

Le dichiarazioni di Gualtieri arrivano come una tempestiva risposta alle parole allarmanti di Leogrande pronunciate in audizione alla Camera: la newco è urgente, non si può aspettare ancora.

Secondo il ministro dell’Economia, infatti, la nuova società pubblica designata per rilanciare la compagnia di bandiera potrà partire a breve. Il decreto interministeriale atteso con nomine e definizione del Cda è uscito.

Nominato il Cda della NewCo Alitalia

Il Governo, quindi, nell’arco di 24 ore è riuscito a superare lo stallo della costituzione della società, cercando di soddisfare le diverse anime della maggioranza. Il presidente della newco sarà Francesco Caio, vicino a Conte, l’amministratore delegato invece Fabio Maria Lazzerini, area PD. Lo comunicano Mef, Mit, Mise e Ministero del Lavoro.

Il resto del Cda dovrebbe comprendere membri ben visti da Movimento 5 Stelle e Italia Viva. Il tutto, naturalmente, deve ancora essere ufficializzato.

Cda newco Alitalia, Gualtieri: “Primo passo verso vettore di qualità”

La nomina dei vertici della nuova società rappresenta il primo passo verso un vettore di qualità per competere sul mercato internazionale, ha detto Gualtieri.

Il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli ha parlato di “rilancio della compagnia di bandiera”, mentre la ministra dei Trasporti Paola De Micheli ha rimarcato la “netta discontinuità col passato”. La ministra del Lavoro Nunzia Catalfo si è augurata che la nuova compagna aiuti l’Italia a ripartire.

Cosa accadrà adesso?

Il cammino del salvataggio Alitalia appare ancora lungo e non privo di ostacoli. La crisi della compagnia di volo c’è, aggravata anche dagli effetti della pandemia che hanno impattato duramente sul settore.

Le casse dell’azienda sono ai limiti, con 260 milioni di euro al 30 settembre e diversi fondi per la crisi già spesi. Ora, con la newco definita e operativa, il piano industriale di rilancio andrà messo a punto con tutti i dettagli. In focus ci saranno anche le società ad hoc da creare per la gestione di manutenzione e dei settori volo e terra.

Il nuovo progetto strategico dovrà essere discusso in Parlamento e probabilmente passeranno almeno 30 giorni. Infine, dovrà pronunciarsi la Commissione UE e dare il via libera definitivo.

Il prossimo anno, se tutto sarà senza gravi intoppi, la newco Alitalia potrà far volare i suoi aerei.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories