In tanti si domandano cosa porterà ad Alfa Romeo la nascita del gruppo Stellantis. Come anticipato nella sua prima conferenza stampa ufficiale dal nuovo amministratore delegato Carlos Tavares, Stellantis punterà forte su Alfa Romeo.

Per il nuovo piano industriale di Alfa Romeo si dovrà aspettare il 2022

Questo significa che nei prossimi anni la gamma dello storico marchio milanese sarà arricchita con nuovi modelli. Al momento solo due auto compongono la gamma di Alfa Romeo: Giulia e Stelvio. Dalla seconda metà del 2021 a questi si aggiungerà il SUV di segmento C Tonale.

Entro la fine del 2022 dovrebbe essere svelato anche il B-SUV che sarà prodotto in Polonia e forse si chiamerà Brennero.

Per il resto dovremo aspettare il nuovo piano industriale che Carlos Tavares e il neo CEO di Alfa Romeo Jean-Philippe Imparato prepareranno per la casa automobilistica del Bisicone.

A proposito di questo piano, nelle ultime ore sembra prendere piede la possibilità che la sua presentazione possa avvenire nei primi mesi del 2022 piuttosto che nella seconda metà del 2021 così come si pensava fino a pochi giorni fa.

Stellantis punterà forte sul marchio del Biscione

Al momento comunque si tratta di semplici supposizioni, per le conferme ufficiali dobbiamo aspettare i prossimi mesi quando finalmente avremo le idee più precise su come e quando sarà rivelato il futuro di Alfa Romeo. Per quanto riguarda le novità che potrebbero essere annunciate, si parla del ritorno di Alfa Romeo Giulietta, di un grande SUV a 7 posti e di un’ammiraglia.

Sembra più difficile invece l’arrivo di una vettura sportiva anche se non si può del tutto escludere che grazie alla collaborazione con Maserati possa arrivare un’auto sportiva coupé e spider in edizione limitata. Quello che è certo ormai è che Carlos Tavares e soci credono fermamente nel rilancio di Alfa Romeo che come Peugeot potrebbe venire trasformata nel giro di 3 o 4 anni.