Agenda macro 7 giugno: Powell guarda il mercato del lavoro Usa

I Non-Farm Payrolls avranno un osservatore d’eccellenza: Jerome Powell.

Agenda macro 7 giugno: Powell guarda il mercato del lavoro Usa

Come si vede dal nostro calendario economico, il principale market mover di oggi è rappresentato dai dati sul mercato del lavoro degli Stati Uniti d’America.

Come ogni primo venerdì del mese il dipartimento del lavoro statunitense comunicherà i dati Non farmpayrolls e sulla disoccupazione, fondamentali per capire quali saranno gli orientamenti di politica monetaria delle Federal Reserve che si riunirà a metà giugno.

Usa: mercato del lavoro a stelle e strisce in primo piano

Dalle 14:30 gli occhi saranno puntati sugli Usa, in particolare su uno dei dati economici più importanti, i Non Farm Payrolls. Per maggio, gli analisti si attendono una misurazione a 178 mila unità, in calo rispetto alle 263 mila unità del mese precedente.

Attenzione anche alla disoccupazione statunitense, che secondo gli analisti censiti da Bloomberg dovrebbe rimanere in linea con il 3,6% registrato a maggio.

Il salario medio orario su base mensile dovrebbe guadagnare terreno fino allo 0,3%. Su base annua la lettura è stimata allo stesso livello di aprile, al 3,2%.

Market mover 6 giugno: focus su produzione industriale

In secondo piano ma ugualmente importanti i dati sulla produzione industriale dell’Eurozona, che saranno diffusi a partire dalla primissima mattinata.

Alle 8:00 verrà resa nota la misurazione sulla produzione industriale destagionalizzata tedesca di aprile. Per questa rilevazione, gli analisti censiti da Bloomberg si attendono un dato al -0,5%, in contrazione sul +0,5% di marzo. Per quanto riguarda la produzione industriale WDA, ad aprile l’indicatore è atteso in crescita al -0,4% contro il -0,9% di marzo.

Alle 8:45 focus sulla produzione industriale francese di aprile. Gli esperti prevedono un miglioramento delle letture su base mensile, che dovrebbero segnare un avanzamento dello 0,3% contro il -0,9% di marzo. Positive anche le previsioni sul dato annuale, atteso all’1% sul -0,9% di marzo.

Le attenzioni si sposteranno poi in Italia: alle 10:00 verranno infatti rese note le vendite al dettaglio di aprile. La misurazione in questione dovrà confrontarsi con i precedenti -0,3% mensile e -3,3% annuale.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.