Agenda macro 5 novembre 2018: Markit PMI dei servizi per Uk e Usa, Fiducia degli investitori in Eurozona

Dopo il rilascio dei Markit PMI manifatturieri la settimana scorsa, oggi si parte con il rilascio dei PMI dei servizi e composito per Regno Unito e per gli Stati Uniti nel pomeriggio. In mattinata è atteso anche il dato sulla fiducia degli investitori per l’area euro

Agenda macro 5 novembre 2018: Markit PMI dei servizi per Uk e Usa, Fiducia degli investitori in Eurozona

L’agenda macro odierna vede in programmazione il rilascio dei dati Markit PMI dei servizi e il dato composito per Regno Unito e Stati Uniti. Oltreoceano, si attende anche la misurazione sul settore dei servizi elaborata dall’Institute for Supply Management.

Dopo un dato sul PMI costruzioni rivelatosi molto al di sopra delle attese e del dato precedente (attese 52 punti, dato effettivo 53,2, dato precedente 52,1 punti), questa mattina alle ore 10:30 si attendono le rilevazioni sul settore dei servizi e il dato composito.

Gli analisti si attendo entrambi i dati in contrazione, dai 53,9 ai 53,3 punti di consensus per il PMI servizi e da 54,1 ai 53,4 punti per il dato composito, in scia al dato negativo sull’attività manifatturiera di giovedì scorso che ha visto un dato effettivo bruscamente in calo registrando anche il record di peggior dato dopo il voto sulla Brexit.

In concomitanza con il rilascio dei dati riguardanti il Regno Unito, per l’Eurozona si attende invece il dato sulla fiducia degli investitori. Il dato relativo a novembre è atteso in contrazione dai 11,4 punti della precedente rilevazione ai 9,8 punti di consensus, evidenziando una ripresa del trend negativo e riavvicinandosi inoltre ai livelli di minimo annuale segnati nel mese di giugno a 9,26 punti.


Fiducia degli investitori dell’Eurozona (Sentix). Fonte: Bloomberg

Oltreoceano, focus sui dati Markit PMI dei servizi e composito oltre che all’indice ISM non manifatturiero. Analogamente a quanto verificatosi per il Regno Unito, anche per gli Stati Uniti le ultime rilevazioni Markit hanno sorpreso negativamente gli analisti.

Il PMI manifatturiero e l’omologa misurazione elaborata dall’Institute for Supply Management hanno rivelato dei dati effettivi al di sotto delle attese, in modo più marcato per l’indice ISM (dato atteso 59, dato effettivo 57,7, dato precedente 59,8).

Per i dati di oggi gli analisti si attendono il dato sui servizi in leggero calo, dai 54,7 ai 54,6 punti di consensus, mentre per l’indice ISM non manifatturiero si attendono una contrazione di 1,5 punti, dai 61,6 della misurazione precedente ai 59,1 punti di consensus, valore che dopo la brillante misurazione sopra le attese registrata a settembre (61,6 punti) tornerebbe all’interno del range di valori medi che si registrano ormai da settembre 2017.


PMI non manifatturiero ISM. Fonte: Bloomberg

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Punto macro

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.