Eurexit

Eurexit fa riferimento all’uscita dall’Euro, ovvero la volontà da parte di alcuni Paesi membri di lasciare l’Unione Europea e/o la moneta unica.
Sono molti gli spiriti di dissenso contro l’Euro e l’Unione Europea, tanto da aver alimentato la ribalta dei partiti populisti in tutto il territorio europeo.

Il primo successo dello spirito di Eurexit (crasi tra Euro e exit, uscita) si è verificato con la vittoria del fronte “Leave” al referendum sulla Brexit, in cui la maggioranza degli inglesi ha votato a favore dell’uscita del Regno Unito dall’UE.

Eurexit, ultimi articoli su Money.it

Carlo Botta: l’Europa è una folle utopia destinata al fallimento

Pubblicato il 24 aprile 2019 alle 09:00

Sovranità monetaria come libertà e autonomia di uno Stato al servizio della collettività; utopia folle dell’Unione europea; minibot. L’economista Carlo Botta partecipa al dibattito su Euro ed Europa nella 16^ puntata di Testa o Croce. Ecco cosa ha detto.

Giacché: via da questa Europa, antidemocratica e inefficiente (VIDEO)

Pubblicato il 20 febbraio 2019 alle 09:00

“L’Unione europea deve tornare a essere una difesa contro i mercati finanziari internazionali, si rifletta sul ritorno di Banche centrali nazionali”: il punto di vista di Vladimiro Giacché ospite della settima puntata di Testa o Croce.

Michele Boldrin: i No Euro? Vanno solo fischiati (VIDEO)

Pubblicato il 30 gennaio 2019 alle 09:00

Uscire dall’Euro? Una follia, ma non un rischio imminente. I No Euro? Andrebbero solo fischiati. Parola di Michele Boldrin, docente della Washington University in St. Louis, nella 4^ puntata di “Testa o Croce”, il format di Money.it in cui sfilano autorevoli voci pro o contro la moneta unica e le istituzioni europee.

Marco Rizzo: una rivoluzione dei popoli per uscire dall’Euro (VIDEO)

Pubblicato il 23 gennaio 2019 alle 09:00

Uscita dall’Euro con una rivoluzione dei popoli: Marco Rizzo, segretario generale del Partito Comunista ed ex parlamentare europeo, presenta a “Testa o Croce” la sua radicale ricetta per scardinare un sistema a suo giudizio sempre più opprimente.

|