Sicurezza lavoro (Normativa e Testo Unico sulla sicurezza)

La tutela della salute e della sicurezza nei loghi di lavoro è stata oggetto di una costante evoluzione, alla quale hanno contribuito sia gli apporti di diverse e variegati fonti e sia gli sviluppi giurisprudenziali.
Il graduale e continuo accrescimento delle tutele ha avuto come approdo una protezione che ormai ricomprende a pieno titolo non solo la dimensione della tutela della salute fisica del lavoratore, ma anche diversi ed ulteriori aspetti inerenti la sfera psichica e i valori della persona.
La legge ha avuto come obiettivo quello di stabilire regole, procedure e misure preventive da adottare per rendere più sicuri i luoghi di lavoro, quali essi siano. L’obiettivo è quello di evitare o comunque ridurre al minimo l’esposizione dei lavoratori a rischi legati all’attività lavorativa per evitare infortuni o incidenti o, peggio, contrarre una malattia professionale.
Ma cosa si intende per sicurezza sul lavoro? La sicurezza nei luoghi di lavoro è “La condizione di far svolgere a tutti coloro che lavorano, la propria attività lavorativa in sicurezza, senza esporli a rischio di incidenti o malattie professionali”.
Testo fondamentale che si occupa di regolamentare la sicurezza sul lavoro è il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro (Decreto Legislativo numero 81 del 09/04/2008).

Ecco la guida completa con i principali riferimenti normativi, i soggetti interessati ed i punti principali oggetto della disciplina italiana in materia di sicurezza sul lavoro:
Sicurezza sul lavoro: regole, responsabile, formazione obbligatoria. La guida completa ed aggiornata

Sicurezza lavoro (Normativa e Testo Unico sulla sicurezza), ultimi articoli su Money.it

Malattia professionale

Quali sono le malattie professionali, come si denunciano all’Inail, a che cosa ha diritto il lavoratore.

|