Riserve valutarie

Le riserve valutarie sono dei depositi monetari in valuta straniera detenuti dalle banche centrali e dalle autorità competenti.

L’obiettivo delle riserve valutarie è essenzialmente quello di salvaguardare la valuta nazionale di un determinato Paese. Tramite le riserve, infatti, le banche centrali sono in grado di condizionare il mercato valutario.

Nelle riserve valutarie delle banche centrali sono presenti le monete di tutto il mondo, ma quella più famosa è di certo il dollaro statunitense essendo la valuta più diffusa al mondo. Il Paese che detiene il più alto numero di riserve valutarie è senza dubbio la Cina.

Esempio pratico di come funzionano le riserve valutarie: la moneta di un Paese è in profonda crisi. Per fronteggiarla la banca centrale emette sul mercato più valuta estera in modo da renderla meno richiesta e dunque meno forte rispetto alla valuta nazionale.

Riserve valutarie, ultimi articoli su Money.it