Xiaomi entro il 2024 lancerà la sua prima auto elettrica

Marco Lasala

30/08/2022

30/08/2022 - 12:37

condividi

Il noto produttore cinese di smartphone sarebbe pronto a entrare nel mercato automotive: Xiaomi potrebbe produrre la sua prima auto elettrica entro il 2024.

Xiaomi è pronta a lanciarsi in una nuova avventura, questa volta nel comparto automotive. Il produttore cinese di smartphone, grazie a un accordo con la Beijing Automotive (Baic), potrebbe iniziare a produrre veicoli a zero emissioni, entro i prossimi due anni.

A lanciare questa notizia è il noto sito Bloomberg, la scelta della Xiaomi di entrare in un settore totalmente nuovo, deriva dalla sua volontà di diversificare la propria presenza sul mercato, sfruttando accordi internazionali con altre realtà già leader nei diversi settori di competenza.

Un passo che il produttore di cellulare aveva già anticipato già nel 2021, quando fu annunciato e svelato il piano per la produzione di auto elettriche.

Entro il 2024 la Xiaomi Auto Co Ltd. produrrà veicoli elettrici

Il marchio cinese che aveva già stanziato una prima tranche di 1,5 miliardi di dollari, prevede d’investire nel prossimo decennio fino a 10 miliardi di dollari, l’impianto produttivo presente nella zona industriale di Pechino, sarà in grado di sfornare fino a 300.000 veicoli l’anno.

Nel frattempo la Xiaomi ha già ottenuto la licenza dalle autorità cinesi, per la produzione di veicoli elettrici, un passo questo decisivo, vista anche la presenza di numerose start-up sparse per tutto il Paese, che puntano alla realizzazione di mezzi a zero emissione, sfruttando anche le grandi agevolazioni fiscali promesse dal governo cinese.

In considerazione della grande richiesta di agevolazioni governative, Pechino punta a incentivare le alleanze o le acquisizioni tra grandi realtà, la partnership tra la Baic e la Xiaomi, nasce proprio in virtù di questo presupposto, unire le forze e l’esperienza per crescere e allargare la produzione oltre continente.

Tra le proposte in corso di valutazione da parte delle autorità cinesi, ci sarebbe l’acquisto da parte della Xiaomi, di uno stabilimento già autorizzato a produrre auto elettriche.

Si tratterebbe della fabbrica di Beijing Hyundai frutto di una partnership tra la Hyundai e la Baic, accordo siglato nel 2008. Questo sito produttivo attualmente non è ancora pienamente sfruttato e ha tutte le carte in regolare per raggiungere i volumi di produzione previsti dalla Xiaomi, circa 300.000 unità l’anno.

Le quattro auto elettriche firmate Xiaomi si posizioneranno nel segmento C e D, saranno completamente elettrici e dotati di avanzati sistemi di assistenza alla guida, probabile che saranno di livello 3.

Argomenti

# Xiaomi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it