Wells Fargo di nuovo sotto accusa

Wells Fargo di nuovo sotto accusa per cattiva condotta; questa volta secondo la SEC la banca avrebbe usato investimenti finanziari complessi per approfittare di investitori inesperti.

Wells Fargo di nuovo sotto accusa

Wells Fargo ancora sotto accusa.
La Securities and Exchange Commission (SEC) ha annunciato ieri che, tra il 2009 e il 2013, la società statunitense ha raccolto grosse commissioni incoraggiando i clienti - in una maniera definita scorretta - a investire su titoli di debito ad alto costo destinati a essere mantenuti fino alla scadenza.

Wells Fargo Advisors, la divisione di brokeraggio della banca, ha accettato di pagare una multa da 4 milioni di dollari per gli illeciti, etichettati come investimenti legati al mercato. L’istituto dovrà anche restituire più di 930 mila dollari di guadagni illegittimi - con oltre 178 mila dollari di interessi.

La società, che non ha né confermato né smentito le accuse della SEC, ha fatto sapere tramite una nota aziendale che ha collaborato pienamente alle ultime indagini.
Negli ultimi due anni è stata coinvolta in una serie di scandali sempre legati ad illeciti verso i suoi clienti.

Le accuse della SEC: cattiva condotta

Anche se gli investimenti obbligazionari sono stati progettati per essere mantenuti, secondo la SEC la società ha spinto i propri clienti a venderli prima della scadenza. La banca ha quindi spinto a investire nuovamente i proventi.

È per questo che ha accusato la Wells Fargo di cattiva condotta e ha puntato il dito contro il comportamento dei consulenti finanziari, rei di non aver indagato e di non essersi resi conto a sufficienza delle grosse cifre in gioco. In più, i supervisori di Wells Fargo approvavano regolarmente queste transazioni nonostante le politiche interne vieterebbero operazioni così complicate.
In questo modo, Wells Fargo si sarebbe intascata grosse commissioni, mentre i ritorni per gli investitori sarebbero stati minimi secondo la SEC:

“È fondamentale che i broker svolgano i loro compiti prima di raccomandare ai clienti di comprare o vendere prodotti strutturati complessi”.

Nella sua dichiarazione, Wells Fargo ha affermato che in precedenza ha apportato modifiche alle linee di condotta e alla supervisione di queste ultime, proprio per ovviare al problema e migliorare i controlli interni. In più, secondo la società sarebbero solo due i suoi consulenti finanziari che la SEC ha associato ai comportamenti illeciti.

I precedenti di Wells Fargo: account falsi e polizze all’insaputa dei clienti

Ma non è la prima volta che Wells Fargo si trova in situazioni simili. L’anno scorso la stessa SEC ha accusato la società di spingere i clienti verso pericolosi investimenti, quasi certamente destinati a generare perdite, presentandoli come un sistema per proteggere i loro portafogli.

Anche se lo scandalo che ha fatto più rumore è l’ammissione di aver aperto milioni di account falsi, stipulando polizze assicurative a insaputa dei clienti della divisione auto e addebitando sui conti di chi apriva un mutuo per la casa tasse che non gli spettavano. Le autorità di regolamentazione hanno imposto una multa di 1 miliardo di dollari a Wells Fargo.

Mentre lo scorso febbraio sono arrivate dalla Federal Reserve sanzioni senza precedenti per gli abusi sui clienti. Gli attivi di Wells Fargo non potranno crescere oltre quota 1.950 miliardi di dollari, almeno finché la banca non migliorerà la propria governance e i propri meccanismi di controllo e vigilanza.
L’istituto ha recentemente dichiarato di aspettarsi che le sanzioni della Fed rimangano in vigore fino al prossimo anno.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Wells Fargo

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.