Tutti contro Fontana? Anche il sindaco Gori lo attacca

Violetta Silvestri

20/05/2020

05/07/2021 - 16:36

condividi

Attilio Fontana resta il governatore più bersagliato dalle critiche. La Lombardia è stata la regione più colpita dal coronavirus: il suo presidente ne è responsabile? Secondo il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, sì. Questi i motivi

Attilio Fontana continua a negare ogni responsabilità sulla gestione - per molti discutibile - del coronavirus. Ma le critiche nei suoi confronti aumentano.

A supportare la tesi che il governatore non sia proprio indenne da colpe è giunto anche il sindaco di Bergamo. La città è stata simbolo della tragedia delle morti degli anziani a causa della pandemia.

Giorgio Gori non ha risparmiato battute al veleno contro Fontana, alimentando un quesito che resta sospeso: il modello Lombardia è stato travolto dall’infezione in modo eccezionale, senza margini per un intervento politico efficace?

Gori contro Fontana: queste le accuse

Non è la prima volta che il sindaco di Bergamo usa parole pesanti e polemiche contro la gestione della regione Lombardia. Lo ha fatto di nuovo intervenendo a una trasmissione radiofonica, puntando il dito sull’atteggiamento di Fontana:

“Io penso che Fontana abbia sbagliato parecchio. Quando dice che non ha sbagliato nulla mi pare contraddetto dai fatti e anche dell’opinione di molti cittadini lombardi. Il tema è cambiare rotta”

L’epidemia è stata eccezionale in Lombardia, questo lo ha ammesso anche Gori. Ma la sua critica è nei confronti della posizione del governatore, che si ostina a non riconoscere fragilità di sistema e errori politici.

La sentenza del sindaco è stata chiara:

“Abbiamo capito che i nostri ospedali per quanto buoni non sono lo strumento con cui si affronta un’epidemia come quella del COVID-19. Quella si combatte sul territorio. E credo che sia sbagliato che il costo della profilassi si sia ribaltato sui cittadini”

Ne ha avute da ridire anche sulle regole regionali imposte per i ristoranti, che hanno derogato alle indicazioni nazionali non consentendo a due familiari di sedere allo stesso tavolo senza distanza di 1 metro.

Il rapporto tra Gori e Fontana continua, quindi, a essere piuttosto conflittuale.

Fontana: “solito attacco alla Lombardia”

Lo aveva già dichiarato Fontana che in tutte le critiche che si stanno muovendo contro di lui c’è solo un motivo: distruggere il modello di Governo del centrodestra lombardo, colpendo anche il suo più fedele sostenitore, Matteo Salvini.

Una risposta simile l’ha riservata anche a Gori: “Mi sembra quella del sindaco di Bergamo, Gori, una polemica tanto per andare contro la Regione Lombardia. Questa sua uscita come l’ennesimo attacco politico e pretestuoso alla regione.”

Lo scontro Gori-Fontana, quindi, è tutto politico.

Iscriviti a Money.it