Tensione in Banca Carige: lascia il presidente Tesauro

Il professore e avvocato ha presentato le sue dimissioni per divergenza nella gestione dell’istituto ligure.

Tensione in Banca Carige: lascia il presidente Tesauro

Dimissioni con efficacia immediata. Sono quelle presentate ieri dal presidente del Consiglio di amministrazione di Banca Carige, Giuseppe Tesauro, che ricopriva il ruolo dal 2016.

Alla base della decisione di lasciare il Cda anche come consigliere ci sarebbero delle sopravvenute divergenze relative alla governance e alla gestione dell’istituto bancario.

Il presidente dimissionario, che non era un amministratore esecutivo, non avrà diritto a indennità o altri benefici.

Le dimissioni

A comunicare l’addio di Tesauro dalla presidenza e dal Cda è la stessa Banca Carige in un comunicato stampa, nel quale si precisa che la scelta di lasciare l’incarico sarebbe dovuta, come detto, a divergenze relative alla governance e gestione della banca.

Tesauro era entrato a far parte del Consiglio di amministrazione dell’istituto genovese nel 2016 e ne era diventato presidente nel marzo dello stesso quando, il suo nome era stato tratto dalla lista presentata dal socio Malacalza Investimenti, votata dalla maggioranza dell’assemblea ordinaria.

Banca Carige, nella nota, tiene inoltre a precisare che

“Ai sensi dell’articolo IA.2.6.7 delle Istruzioni al Regolamento di Borsa Italiana, si precisa che il Presidente dimissionario Tesauro: era un Amministratore non esecutivo; non era destinatario di deleghe; per quanto a conoscenza della Società, non risulta titolare di azioni della Società; non era componente dei comitati istituiti in seno al Consiglio di Amministrazione; e non ha diritto ad indennità o altri benefici conseguenti la cessazione dalla carica”.

Piano industriale va avanti

Ricevuta la lettera di dimissioni, i vertici della banca annunciano che in una prossima riunione saranno esaminati i provvedimenti conseguenti all’addio del professore e avvocato.

Intanto, il Cfo di Carige, Andrea Soro, a margine dell’Intalian Ceo conference di Mediobanca, si è affrettato a rassicurare:

“I cambiamenti nella governance non rallenteranno le operazioni previste dal piano industriale”.

In particolare, sul rinvio dell’emissione dei bond ha sottolineato che si attendono “condizioni di mercato migliori”, aggiungendo:

“Stiamo portando avanti le operazioni straordinarie previste dal piano, dobbiamo finalizzare la cessione di Creditis".

I retroscena

Secondo alcune ricostruzioni di stampa, le divergenze alle quali si fa riferimento sarebbero quelle nate tra Tesauro e l’attuale amministratore delegato della Banca, Paolo Fiorentino, che effettivamente ha in mano la gestione dell’istituto genovese.

Fiorentino ha preso il posto di Guido Bastianini, che a sua volta si era dimesso circa un anno fa proprio perché sfiduciato su proposta dell’imprenditore Vittorio Malacalza.

Nel frattempo, la notizia delle dimissioni di Tesauro sta facendo scivolare il titolo in Borsa: le azioni di Banca Carige stanno perdendo l’1,23% a 0,008 euro.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.