La sterlina crolla sulle cattive notizie dal Regno Unito: cosa aspettarsi?

Violetta Silvestri

21/12/2020

05/05/2021 - 13:09

condividi

Sterlina in sofferenza in questo inizio settimana molto complicato per il Regno Unito: nuovo ceppo Covid e Brexit fanno cadere la valuta. Cosa aspettarsi?

La sterlina crolla sulle cattive notizie dal Regno Unito: cosa aspettarsi?

La sterlina scivola pesantemente sulle ultime novità negative e preoccupanti in arrivo dal Regno Unito.

Riflettori puntati su Londra e sul Governo di Johnson in questo lunedì pre-natalizio: i timori Covid a causa del nuovo ceppo virale scoperto in UK e lo stallo senza fine della Brexit a pochi giorni dal 31 dicembre stanno scuotendo la nazione inglese e non solo.

Di conseguenza, in questo incerto e pessimistico scenario, la sterlina ha registrato un tonfo su dollaro ed euro. Al momento in cui si scrive la coppia GBP/USD sta scambiando a 1,3261, con un crollo di quasi il 2%. Cosa aspettarsi dalla moneta inglese?

Tonfo della sterlina: i motivi

La sterlina crolla su dollaro ed euro oggi, lunedì 21 dicembre.

La valuta è scesa di quasi il 2% rispetto al biglietto verse nel commercio mattutino, prima che il primo ministro Boris Johnson presiedesse una riunione di risposta alle emergenze per discutere su viaggi internazionali e scambio di merci nella nazione.

Stesso andamento anche per il cambio sterlina/euro che oggi sta scambiando con perdite oltre l’1% ed è suscettibile di ulteriori ribassi che potrebbero riportare la moneta britannica ai livelli minimi piuttosto rapidamente.

Nel dettaglio, al momento in cui si scrive, la coppia GBP/USD perde l’1,97% a 1,3253 mentre la sterlina scambia a 1,0861 sull’euro, con un crollo dell’1,45%.

Sonali Desai, analista di mercato di Thomson Reuters, ha così sintetizzato l’andamento odierno della valuta: “Nuovo ceppo virale e Brexit, doppia sconfitta per la sterlina.

La moneta del Regno Unito era stata già sotto pressione prima del fine settimana, poiché i colloqui sulla Brexit non hanno prodotto progressi. Non solo, all’orizzonte si sono prefigurati nuovi rischi, come i timori che un eventuale accordo non sarebbe stato ratificato prima della fine dell’anno e la paura di vedere compromesse consegne di beni nella nazione dal 1 gennaio, quando ci saranno i controlli di frontiera.

In più, sono giunte le notizie sul coronavirus. Il Governo sta cercando urgentemente di determinare se il nuovo ceppo del Covid sia più mortale dell’altro e se risponderà ai vaccini su cui valute, investitori, leader politici e persone hanno puntato le loro speranze per un recupero economico nel 2021.

In questo clima, la sterlina sta soffrendo. Quanto durerà?

Sterlina: cosa aspettarsi nel prossimo futuro?

Un crollo temporaneo o l’avvio verso i minimi per la valuta del Regno Unito? Gli aggiornamenti dei oggi, 21 dicembre, hanno aperto nuovi e pessimistici scenari: cosa aspettarsi, quindi, sulla sterlina?

Alcuni analisti hanno dichiarato a CNBC che il sentiment resta rialzista sulla valuta nel 2021, nonostante i venti contrari che stanno soffiando a Londra e dintorni.

Per quanto riguarda il virus, per esmepio, Catril del NAB ha affermato che il suo impatto economico a breve termine “è significativo”, sebbene le aspettative su stimoli e lancio dei vaccini nei prossimi mesi incoraggino i mercati a “vedere il lato positivo nel medio termine”.

Sul fronte Brexit la speranza di un accordo ancora non è del tutto abbandonata.

Rodrigo Catril, stratega valutario presso la National Australia Bank ha sottolineato che:

“Un accordo commerciale sulla Brexit prima della fine dell’anno più probabile probabile di un no-deal...ha senso e politicamente sarà difficile ... sostenere che l’accordo è fallito ... a causa della pesca. E questo sarà positivo per la sterlina, per questo resto ottimista per i prossimi mesi.”

Una volatilità della sterlina su dollaro ed euro è ancora attesa, ma non per molto tempo secondo gli esperti.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.