Calcolo pensioni Carabinieri: ecco il simulatore

Il simulatore pensionistico per i Carabinieri è in sviluppo e permetterà ai dipendenti delle Forze Armate di conoscere i propri parametri pensionistici, le date e gli anni rimasti. Ecco la novità.

Il simulatore pensionistico per i Carabinieri è in fase di sviluppo e costituirà uno strumento essenziale per tutti i dipendenti dell’Arma dei Carabinieri che potranno consultare i propri parametri previdenziali online.

Il simulatore permetterà di conoscere la data di accesso alla pensione di anzianità, la data per inoltrare la domanda di pensione anticipata e l’ultimo giorno di lavoro secondo i limiti di età, oltre che gli anni rimanenti utili al calcolo.

Il sistema di simulazione, inoltre, permetterà di ricevere direttamente sulla propria mail il documento di risposta all’interrogazione sulla pensione. La stima sarà calcolata sui parametri impostati dall’utente stesso, per cui occorre fare attenzione ai dati che si inseriscono.

Vediamo quali sono gli attuali requisiti per la pensione dei Carabinieri, comuni a tutte le Forze Armate e quali vantaggi si avranno con il simulatore.

I requisiti per la pensione comuni a tutte le Forze Armate

I Carabinieri possiedono dei requisiti comuni e tutte le Forze Armate per l’accesso alla pensione, per cui, il nuovo simulatore per il calcolo della pensione dovrà considerare molti dati variabili ma anche dei parametri comuni.

I requisiti comuni, infatti, sono stati adeguati alla nuova speranza di vita e al tempo di attesa per il primo cedolino pensionistico, detto finestra mobile, valutato per 12 mesi.

La pensione raggiunta per età anagrafica massima di permanenza in servizio è attualmente attestata tra i 60 e 65 anni di età, congiunta al requisito minimo di 20 anni di contributi versati all’INPS. Il requisito anagrafico, tuttavia, viene meno nei casi in cui il Carabiniere abbia già versato 35 anni di contributi.

Riguardo alla domanda di pensione anticipata, invece, il discorso potrebbe cambiare, in quanto il disegno di legge presentato dall’On. Damiano potrebbe introdurre un nuovo sistema per il calcolo denominato Quota 100, di cui è disponibile un approfondimento in questo articolo.

Il simulatore a favore della trasparenza amministrativa

Il calcolo della pensione tramite il simulatore sarà un passo verso la trasparenza amministrativa e una migliore offerta di servizi per i militari dell’Arma dei Carabinieri.

Il militare prossimo al congedo, infatti, potrà conoscere in anteprima il valore presunto della pensione, oltre che conoscerne i piani cronologici.

Il prospetto sarà compilato dal Centro Nazionale Amministrativo dell’Arma dei Carabinieri e sarà affidabile e certificato. Il riepilogo degli anni che mancheranno al raggiungimento della pensione, infatti, sarà un punto di riferimento per tutti i militari del corpo che vorranno informazioni certe.

Tuttavia, occorrerà fare molta attenzione nella compilazione e nell’inserimento dei dati, poiché non rispettando i corretti parametri il sistema potrebbe mostrare dati alterati o inesatti.

Il simulatore avrà comunque tutte le informazioni per la compilazione e sarà aggiornato continuamente sulle norme previdenziali. A questo punto non ci resta che attendere la sua pubblicazione e valutarne i vantaggi.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Arma dei Carabinieri

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \