Multa a chi indossa la mascherina: la bizzarra ordinanza di Sgarbi

Un’ordinanza controcorrente sull’uso della mascherina è stata firmata da Vittorio Sgarbi, sindaco di Sutri. Chi indossa il dispositivo in determinate condizioni potrà essere multato, per quali motivi?

Multa a chi indossa la mascherina: la bizzarra ordinanza di Sgarbi

Vittorio Sgarbi è tornato a far parlare di sè, questa volta in veste di sindaco di Sutri.

Ormai noto per la sua posizione controcorrente sul coronavirus e sulle misure in vigore per contrastarlo, in polemica con il Governo e l’imposizione dell’uso dei dispositivi, ha emanato una bizzarra ordinanza.

Nella cittadina del viterbese, infatti, scatterà la multa per chi indossa la mascherina: per quali motivi?

Sgarbi: scatta la multa per chi indossa la mascherina. I motivi

In coerenza con la sua considerazione negativa della mascherina, vista come un bavaglio piuttosto che una protezione contro il virus - a dispetto di quanto dicono gli scienziati - Sgarbi ha emesso un’ordinanza controcorrente.

In qualità di primo cittadino eletto a Sutri, infatti, ha stabilito che l’uso del dispositivo per il volto “senza necessità” sarà multato.

Nello specifico, il testo della normativa stabilisce che:

“è proibito l’uso della mascherina nella Città di Sutri all’aperto per evidenti ragioni di salute e al chiuso, salvo che in caso di assembramento, dalle ore 18.00 alle 6.00 del mattino, come specificamente indicato dal Dpcm del 16 agosto 2020 che tutela dal rischio discoteche e non dalla convivialità, che impone di stare a tavola e mangiare senza mascherina. In tutti gli altri casi, chi sarà visto portare la mascherina sarà multato”

La sanzione scatterà nel rispetto della legge 533/1977 sull’Ordine Pubblico, in base all’ art.2: “È vietato l’uso di caschi protettivi, o di qualunque altro mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona in luogo pubblico o aperto al pubblico, senza giustificato motivo”

Stando a questa nuova oridnanza i cittadini di Sutri potranno, per legge, essere liberi di non indossare la mascherina in certe circostanze, mentre nel resto d’Italia aumenta l’allarme sul mancato uso dei dispositivi.

“La mascherina è per ladri e terroristi”, grida Sgarbi

Non è mancata la spiegazione dello stesso Sgarbi sulla sua ordinanza. A suo avviso, infatti, chi si copre il volto sono i ladri e i terroristi.

Inoltre, secondo il sindaco di Sutri chi indossa la mascherina in luoghi pubblici è in contrasto con l’ordine di toglierla per mangiare in ristoranti, pub e locali:

“Appare quindi contraddittorio che dopo aver mangiato senza mascherina ci si alzi da tavola mettendosela. Si tratta di forme ridicole di ostentazione che nulla hanno a che fare con le esigenze sanitarie”

Questo l’ultimo polemico giudizio di Sgarbi ai tempi del COVID-19.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories