La settimana dei mercati: gli asset caldi da monitorare (dal 5 all’11 aprile)

Ufficio Studi Money.it

04/04/2021

12/04/2021 - 13:59

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Gli asset sotto i riflettori di questa settimana. Dall’indice tedesco Dax30 ai mercati americani, passando dal Bitcoin fino ai titoli azionari internazionali.

La settimana dei mercati: gli asset caldi da monitorare (dal 5 all'11 aprile)

I mercati azionari mostrano diverse situazioni interessanti con il Dax30 e l’S&P500 ai nuovi massimi storici e in continuo rialzo, il recupero dei tecnologici, dopo il calo delle scorse settimane e l’indice FTSEMib in allungo. Restano invece in fase di assestamento molti asset tra cui: il petrolio, l’oro e il cambio Eur/Usd. Avanza invece il Bitcoin che si scontra con il massimo storico.

Europa vs Stati Uniti

I mercati europei mostrano una ripresa decisa del trend. Il Dax30 segna ogni giorno nuovi massimi storici e il FTSEMib appare in evidente salita. Più faticosa, in generale, la corsa del francese Cac40 e dell’Ibex35, peggiore listino tra i principali componenti dell’area euro.

Il migliore indice delle ultime cinque sedute di mercato spetta quindi al tedesco Dax30 con un rialzo +3,22%, seguito dal Cac40 con una crescita del +2,53%, dal FtseMib con una salita del +2,03% ed infine dall’Ibex25 con un rialzo del +2,00%.

Gli indici americani mostrano nuovamente dei segnali positivi omogenei. La scorsa settimana sono stati trainati dai tecnologici, un settore rimasto indietro nell’ultimo periodo. L’S&P500 continua invece la sua personale scalata registrando ogni giorno nuovi massimi di periodo.

Tra le performance si segnala quindi la crescita del Nasdaq Composite che prende il 3,74%, seguito dall’S&P500, con una salita del +2,66% e dal Dow Jones che registra un +1,58%.

Molti segnali positivi tra i settori europei dello Stoxx durante la scorsa settimana. Sotto i riflettori e tra le preferenze degli operatori del mercato: i tecnologici con una salita del +5,90%, che proseguono la corsa impostata nelle ultime cinque sedute, la filiera dell’automotive con un rialzo del +4,56% e i beni e servizi per l’industria con una crescita del 3,96%. Segno rosso solo per i viaggi e il tempo libero con un calo dell’1,01%.

Negli Stati Uniti, tra i settori del Dow Jones, sotto la lente del mercato invece i materiali di base con una salita del +6,19% e i tecnologici con una crescita del +4,80%. Anche la filiera dell’auto, come tra i comparti europei, si presenta in crescita e registra una performance del +3,67%. In calo solo i media con una discesa del 2,13%.

EUR/USD si assesta, ma non reagisce

L’euro continua a mostrare la sua debolezza contro un dollaro rinvigorito. La major sembra volersi assestare sui livelli attuali a quota 1,1760, dopo il leggero rimbalzo avvenuto in area 1,17. Importante il mantenimento della zona di prezzo per non vedere scivolare la moneta unica verso il test a 1,16.

I segnali di ripresa non sono comunque presenti e il cambio sembra indirizzato ad un nuovo ribasso. Solo la violazione di quota 1,19 con il passaggio sopra la EMA(200), media mobile a 200 periodi, potrebbe condurre la quotazione verso una risalita. In quel caso il primo obiettivo long si potrebbe collocare in area 1,2040.

La forza del dollaro americano sembra confermato anche dal movimento crescente del Dollar Index, simbolo dell’andamento del biglietto verde contro i principali cambi.

Oro indeciso. Il Petrolio in fase di consolidamento

L’oro scende ancora, ma in chiusura di settimana prova una reazione a quota 1.680$, zona di prezzo sulla quale aveva già reagito il 9 marzo 2021. Attualmente il calo sembra arrestato, con il lingotto in una fase laterale compresa tra un minimo in area 1.680$ ed un massimo in zona 1.750$. Una violazione della parte bassa della banda di oscillazioni porterebbe il prezzo nella direzione del trend, verso il primo obiettivo short a quota 1.630$. Un cambio di scenario in ottica long sarebbe possibile solo alla rottura rialzista della resistenza statica posta a 1.750$.

Il petrolio, WTI, resta in fase di consolidamento e continua il movimento laterale impostato nelle ultime due settimane. Il prezzo resta sopra la trendline dinamica di medio termine, ma la tendenza di breve è passata da positiva a neutrale. Un ritorno sopra la resistenza a 66,5$ mostrerebbe un nuovo segnale di forza, mentre una rottura del supporto statico a 57,5$, e poi della trendline dinamica, potrebbe cambiare la view sull’asset.

Il Bitcoin al test della resistenza a 60.000$

Il Bitcoin (BTC/USD) si arresta sul massimo storico in zona 60.000$ e arretra nel finale di settimana ed in particolare nella seduta di venerdì. La tendenza, nonostante il calo di volatilità, sembra ritornata nervosa, ma la visione di breve periodo resta ancora positiva. Fondamentale la tenuta dei livelli attuali ed in particolare di quota 55.000$. Una violazione rialzista della resistenza in zona 60.000$ potrebbe invece condurre la criptovaluta verso un nuovo top in area 65.000$.

Gli asset sotto i riflettori della settimana

Questa settimana sotto i riflettori si evidenziano alcuni titoli ed in particolare:Home Depot, Lowe’s, Applied Materials, Alphabet, Facebook, Garmin, Lam Research e Old Dominion.

Da aggiungere alla lista dei titoli da tenere controllare anche: Dell Tecnologies, Seagate,Trimble,Target e Texas Intruments.

Tra le azioni del mercato italiano sotto la lente sul FTSEMib40: Enel, CNH Industrial, A2a, Interpump e Poste Italiane. Sul segmento Midcap e Star invece MutuiOnline, Tamburi & Partners, La Doria, Reply, Zignago Vetro e Sol. Sull’Equity Global Market da osservare LVMH mentre sull’AIM Italia, Digital Value.

Nel Forex si sottolinea il movimento dell’EUR/JPY, verso il test della resistenza in area 130,50 e l’EUR/SEK, in ripresa e al confronto con il passaggio della EMA(200). Il Cable (GBP/USD) cerca di reagire dopo il ritracciamento in area 1,3830, ma il trend negativo di breve termine, avviato con la Pin Bar Reversal del 24 marzo 2021, non sembra arrestarsi. L’USD/JPY prosegue la corsa rialzista.

Tra i metalli industriali in evidenza il Copper (Future Full0521), il Sugar n.11 (Future Full0521). Infine una menzione merita anche il Lean Hogs (Future Full0621).

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories