Servizio civile obbligatorio tra i 15 e i 17 anni: 800 mila francesi coinvolti, ecco come funzionerà

Alessandro Nuzzo

14/01/2023

14/01/2023 - 11:19

condividi

Macron avrebbe deciso di rendere obbligatorio il servizio civile. L’annuncio ufficiale è atteso nei prossimi giorni. Vediamo come funzionerà.

Servizio civile obbligatorio tra i 15 e i 17 anni: 800 mila francesi coinvolti, ecco come funzionerà

Mentre in Italia è stato appena pubblicato il bando per reclutare oltre 70mila giovani tra i 18 e i 28 anni da impiegare in progetti del servizio civile universale, in Francia si sta pensando di renderlo obbligatorio per tutti i ragazzi tra i 15 e i 17 anni. Questo è quanto pare l’intenzione del presidente Macron che lo aveva già preannunciato nel corso del discorso di fine anno. «Poiché anche la fiducia nella vitalità della nostra vita democratica è diminuita, sappiamo che avremo molto da fare nei prossimi mesi. Nelle prossime settimane getterò le basi per un servizio nazionale universale» - le sue parole.

Dopo aver accolto 32mila giovani volontari nel 2022 che sono stati molto meno dei 50mila previsti, se l’indiscrezione andasse in porto saranno 800mila i giovani francesi che dovranno passare alcune settimane in ostelli, centri di formazioni o strutture del ministero della Difesa, per seguire corsi di educazione civica, di pronto intervento o di protezione ambientale.

A cambiare sarà anche il budget messo a disposizione che dai 140 milioni di euro previsti per accogliere i giovani volontari nel 2023, si passerà ad una cifra compresa tra 1 e 3 miliardi di euro. La scelta di rendere obbligatorio un periodo di servizio civile universale si rende necessario - secondo Macron - per ridurre le fratture e le divisioni della società francese e fare incontrare giovani di estrazione sociale e provenienza geografica diversa.

L’annuncio potrebbe arrivare nelle prossime settimane

Per contrastare questo distaccamento dal servizio civile volontario il governo francese aveva previsto due possibilità: renderlo obbligatorio o incoraggiando i giovani a partecipare offrendo loro il conseguimento della patente in modo gratuito (in Francia costa in media 1.800 euro, ndr).

A prevalere sembra essere stata la prima opzione e l’annuncio dovrebbe arrivare già nei prossimi giorni, forse già il 20 gennaio in occasione della visita di Macron alla base aerea di Mont-de-Marsan, nella costa sud-occidentale della Francia. Se reso obbligatorio ci sarà da capire meglio la natura e i contenuti di questo periodo di formazione e coesione per i giovani francesi. Inutile dire che si sono accese già delle critiche qualora andasse in porto l’idea di Macron.

Il sospetto avanzato da molti è che il governo voglia irregimentare e disciplinare la gioventù visto che già adesso i volontari che vi partecipano indossano l’uniforme, assistono all’alzabandiera e cantano l’inno nazionale. Ma la segretaria di Stato alla Gioventù Sarah El Haïry che ha competenza sul servizio civile ha difeso lo strumento definendolo «fondamentale per imparare il senso dell’impegno a favore della collettività e non è né colonia di vacanze, né esercito né scuola, ma il meglio dei tre».

Anche il portavoce di Governo Gabriel Attal ha difeso il progetto e il suo passaggio all’obbligatorietà. «Giovani di tutta la Francia, di tutte le estrazioni sociali, si ritrovano attorno ai valori della Repubblica, inquadrati da militari, poliziotti, gendarmi, pompieri. Si tratta di un grande piano che riguarda 800 mila ragazzi e che è utile per loro e per il Paese» - ha detto.

Quando era ancora volontario fu coinvolto anche un giovane e famoso youtuber per incentivare i giovani a parteciparvi. Vedremo cosa accadrà nei prossimi giorni ma soprattutto come la penseranno i diretti interessati: i giovani.

In Italia aperto il bando servizio civile per oltre 70mila giovani

In Italia il servizio civile universale è su base volontaria e per il 2023 saranno oltre 70mila i giovani che potranno partecipare ad oltre 1.000 progetti sia in Italia che all’estero. I requisiti sono l’età compresa tra i 18 e i 28 anni compiuti per un impegno di circa un anno a 25 ore settimanali. La paga mensile sarà di €444,30. Le candidature sono aperte fino al 10 febbraio 2023.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it