Senza mascherina sui mezzi pubblici: ecco cosa si rischia

Isabella Policarpio

31/08/2021

31/08/2021 - 09:41

condividi

Anche in zona bianca la mascherina è obbligatoria sui mezzi pubblici, autobus, metropolitane e treni. Come segnalare chi non la indossa e cosa rischia.

Senza mascherina sui mezzi pubblici: ecco cosa si rischia

Cosa rischia chi non ha o non vuole indossare la mascherina in treno, autobus o aereo? Sui mezzi di trasporto pubblici - sia regionali che interregionali - le mascherine sono obbligatorie da oltre un anno, eppure c’è ancora chi rifiuta di indossarla correttamente, o non la indossa affatto.

Sono obbligati ad avere la mascherina protettiva sia i passeggeri che autista e controllori, con la possibilità per tutti di incorrere in multe salate. A chi non ha i presidi di protezione potrebbe essere impedito di salire sul mezzo o essere invitato a scendere alla prima fermata disponibile.

Dal 1° settembre - lo ricordiamo - oltre alla mascherina, sui mezzi pubblici a lunga percorrenza sarà obbligatorio anche il green pass.

Facciamo il punto sulle misure da prendere e su come comportarsi con chi è senza mascherina in autobus, treno e altri mezzi di trasporto pubblico.

Multa per chi è senza mascherina sui mezzi pubblici

La mascherina sui mezzi pubblici è ancora obbligatoria e occorre indossarla a copertura di naso e bocca (e non sul mento). Per i trasgressori c’è la multa da 400 a 1.000 euro, che può essere comminata esclusivamente dalle Forze dell’ordine e non da controllori o autisti.

Si tratta di una sanzione amministrativa priva di conseguenze penali e, come accade per le multe stradali, si può ottenere lo sconto del 30% se viene pagata entro 5 giorni.

Chi rifiuta di indossare la mascherina o posizionarla correttamente sul volto, non soltanto dovrà pagare la multa ma gli addetti alla sicurezza o il capotreno possono ordinargli di scendere immediatamente dal mezzo o impedire la salita.
Regole analoghe per chi è senza green pass a partire dal 1° settembre: governo e CTS hanno deciso l’obbligatorietà del certificato verde sui mezzi a lunga percorrenza (treni, aerei e autobus interregionali).

Cosa rischia chi rifiuta di scendere dal mezzo?

Chi dovesse rifiutare di scendere, si oppone al conducente o al personale di bordo - magari reagendo con violenza fisica e verbale - commette il reato di Oltraggio a pubblico ufficiale (articolo 341 bis del Codice penale) o peggio ancora Resistenza a pubblico ufficiale (articolo 337 del Codice penale) e rischia nel primo caso la reclusione da 6 mesi a 3 anni e nel secondo da 6 mesi a 5 anni.

Perché rischiare tanto? Non è meglio indossare la mascherina e proteggere se stessi e gli altri passeggeri?

Argomenti

# DPCM

Iscriviti a Money.it