Scuole chiuse per il referendum costituzionale: la circolare del Miur

Alcune scuole chiuderanno diversi giorni per permettere il corretto svolgimento delle operazioni elettorali. Ecco la circolare del Miur che svela in quali giorni le scuole resteranno chiuse per il referendum costituzionale 2016.

Scuole chiuse per il referendum costituzionale del 2016: in quali giorni non si va a scuola?

Nuovi giorni di vacanza per studenti e insegnanti. Il Miur, infatti, ha inviato una nota agli Uffici Scolastici Regionali in cui ha indicato i giorni di chiusura delle scuole che il prossimo 4 dicembre 2016 faranno da seggio elettorale per il referendum costituzionale.

Come sappiamo per il referendum si vota di domenica, ma bisogna considerare che servirà del tempo per allestire il seggio elettorale e per fare le pulizie. Le votazioni per il referendum, infatti, si concluderanno alle 23:00 di domenica e le pulizie delle aule potranno cominciare solo alla fine dello spoglio.

Fino a quando resteranno chiuse le scuole? Dopo il ponte del 1° novembre e prima delle vacanze di Natale (se volete sapere quando iniziano consultate il calendario scolastico 2016/2017) studenti e insegnanti potranno approfittare di altri giorni di “ferie”.

Vediamo cosa ha deciso il Miur in merito ai giorni in cui le scuole resteranno chiuse per permettere il corretto svolgimento del referendum.

Scuole chiuse per il referendum: in quali giorni?

Se frequentate o insegnate in una scuola che sarà seggio elettorale il prossimo 4 dicembre 2016, sarete sicuramente felici di sapere che il Miur ha scelto di darvi qualche giorno “extra” di vacanza.

Infatti, il Miur ha appena inviato una nota agli USR con la quale ha chiesto di impartire le indicazioni alle scuole interessate affinché mettano a disposizione delle Amministrazioni Comunali i locali dell’edificio scolastico nei “giorni strettamente necessari” per garantire il corretto svolgimento delle operazioni elettorali.

Il Miur ha disposto che l’allestimento dei luoghi che saranno adibiti a seggi elettorali inizierà nel pomeriggio del 2 dicembre, mentre per tutta la giornata di lunedì 5 dicembre i locali resteranno a disposizione delle Amministrazioni Comunali.

Quindi, le scuole resteranno chiuse sabato 3 dicembre e lunedì 5 dicembre. Insomma sarà una settimana ricca di vacanze per gli studenti e gli insegnanti delle scuole adibite a seggio elettorale, poiché pochi giorni dopo è in programma il ponte dell’Immacolata dell’8 dicembre.

Scuole chiuse per il referendum: permessi per insegnanti

Infine vi ricordiamo che i docenti fuori sede che insegnano in un Istituto collocato in Province e Regioni diverse dalla loro residenza possono approfittare di alcuni giorni di permesso per andare a votare per il referendum costituzionale.

Il diritto di voto, infatti, è garantito a tutti anche agli insegnanti fuori sede che tra l’altro possono usufruire anche di agevolazioni sui biglietti di treni e aerei. In tema di permessi retribuiti straordinari dobbiamo fare riferimento alla Circolare n°23 del 1992 della Ragioneria Generale dello Stato Igop, in cui viene fatta chiarezza sui permessi che spettano a quei docenti che, pur avendo chiesto il trasferimento della residenza sul luogo di servizio, non hanno ancora ottenuto l’iscrizione nelle liste elettorali.

Nel dettaglio, per chi deve andare a votare in un Comune che si trova dai 350 ai 700 chilometri di distanza è previsto un giorno di permesso speciale, mentre chi deve spostarsi di oltre 700 chilometri (oppure si sposta da o per le isole) ne può richiedere due.

Per tutte le altre informazioni sui permessi speciali e sulle tariffe agevolate per gli insegnanti in vista del referendum del 4 dicembre, vi consigliamo di leggere- Insegnanti e personale scolastico, referendum 4 dicembre: assenze e permessi retribuiti per andare a votare.

Argomenti:

Scuola Insegnanti MIUR

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO