Wirecard: lo scandalo travolge ora anche le banche europee

Lo scandalo Wirecard sta avendo ripercussioni sui conti delle banche europee. Che succede?

Wirecard: lo scandalo travolge ora anche le banche europee

Lo scandalo Wirecard ha avuto un impatto su diverse banche europee.

Verso la fine di giugno l’intero comparto finanziario è stato scosso dal buco contabile di 1,9 miliardi di euro confermato dalla fintech tedesca e da quel momento in poi le cose non hanno fatto che peggiorare.

Poi, dopo neanche due mesi, le conseguenze dello scandalo Wirecard hanno iniziato ad interessare anche diverse banche europee.

Scandalo Wirecard: quale impatto su banche europee

1,75 miliardi di euro: a tanto ammonta il denaro che 15 banche europee hanno prestato alla società tedesca finita nell’occhio del ciclone.

Soldi praticamente bruciati visto che lo scandalo Wirecard ha toccato l’apice con la dichiarazione di insolvenza della società.

Tra gli istituti colpiti dalla vicenda come non annoverare Commerzbank, costretta ad accantonare perdite per 175 milioni di euro, più di quanto accantonato a causa del coronavirus (133 milioni di euro).

Anche ING ha preso parte al consorzio di banche europee che hanno prestato soldi a Wirecard e anche nel suo caso le perdite hanno toccato quota 175 milioni.

È andata leggermente meglio a Credit Agricole che secondo i dati riportati da Bloomberg ha sofferto una perdita di 110 milioni.

Per il momento dunque lo scandalo Wirecard ha pesato sulle banche europee per 460 milioni di euro. Un risultato destinato a salire visto che gli altri istituti del consorzio non hanno ancora pubblicato i propri conti.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories