Sondaggio elezioni anticipate: vince chi è contro il voto ma i lettori sono spaccati

I risultati del nostro sondaggio sulle elezioni anticipate: la maggior parte dei lettori che ha espresso la sua preferenza è contraria a un ritorno alle urne, ma sostanzialmente c’è grande equilibrio tra i due fronti.

Sondaggio elezioni anticipate: vince chi è contro il voto ma i lettori sono spaccati

Così come il fronte politico ormai appare totalmente spaccato sull’andare o meno a elezioni anticipate, anche i lettori che hanno risposto al nostro sondaggio sul futuro del governo sono quasi equamente divisi tra chi è favorevole a un ritorno alle urne e chi invece contro.

Venerdì infatti vi avevamo proposto quattro opzioni di scelta, due per il Sì e altrettante per il No, con il risultato finale una volta chiuso il sondaggio che vede il 52,7% dei lettori contrari a nuove elezioni, il 45,8% invece favorevole mentre il restante 1,5% non ha espresso opinioni a riguardo.

Dati questi che sono la fotografia di quanto sta accadendo in Parlamento, dove la Lega spinge per un rapido ritorno alle urne insieme a Fratelli d’Italia e a una parte dei PD, visto che i renziani sono invece per un governo istituzionale al pari del Movimento 5 Stelle e di + Europa. Da capire ancora invece la posizione di Forza Italia e di Liberi e Uguali.

Leggi anche Crisi di governo, cosa succede ora?

I risultati del sondaggio sulle elezioni anticipate

Con lo scoppio di una crisi di governo molto repentina e, per certi versi, anche inaspettata, abbiamo voluto chiedere ai nostri lettori quale fosse la loro opinione in merito alle probabili elezioni anticipate.

Ecco quali erano le opzioni di scelta e i risultati finali al termine dei tre giorni in cui il sondaggio è rimasto aperto.

  • Sì, Salvini deve rompere con i 5 Stelle - 34,8%
  • Sì, questo governo ha fallito - 11,0%
  • No, è pericoloso votare in periodo di legge di Bilancio - 21,8%
  • No, il governo Conte deve andare avanti - 30,9%
  • Non so, non risponde - 1,5%

Anche se la risposta più gettonata è stata quella che appoggia la scelta di Matteo Salvini di rompere con il Movimento 5 Stelle visto il logoramento della loro alleanza, sommando le due opzioni contrarie al voto si può dire che c’è una maggioranza di lettori contraria alle urne.

Le percentuali però sono abbastanza vicine tanto che si può senza dubbio parlare di un audience spaccato sul tema, per una situazione che riflette a pieno l’attuale momento politico del paese.

Quando infatti sembravano scontate delle elezioni anticipate a fine ottobre, ecco che la proposta di Beppe Grillo e Matteo Renzi, un fronte comune impensabile fino a qualche giorno fa, di un governo istituzionale per fare la legge di Bilancio sta prendendo sempre più quota.

La Lega invece ha deciso di sfiduciare il premier Giuseppe Conte proprio per andare al voto il prima possibile, mettendo però il paese a rischio esercizio provvisorio, con conseguente aumento dell’Iva, nel caso un eventuale nuovo governo non riuscisse a fare la manovra entro la fine dell’anno.

Più che il parere di Matteo Salvini, decisiva sembrerebbe essere la scelta del Partito Democratico: se i dem compatti dovessero appoggiare la scelta dell’ex premier allora ci sarebbero i numeri per un governo istituzionale, altrimenti le urne sarebbero inevitabili.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Sondaggi politici

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.