Risparmiatori e fintech: come e perché investire online adesso

13 Ottobre 2022 - 16:13

condividi

Ai risparmiatori le fintech oggi propongono piattaforme digitali per investire. Per usarle bene è necessario però avere la giusta educazione finanziaria e strumenti accessibili

Risparmiatori e fintech: come e perché investire online adesso

Le possibilità per investire oggi sono tante, fra azioni, ETF, criptovalute, bond, e il mondo fintech sta dando ai risparmiatori la possibilità di farlo in digitale.

Ma cosa deve e può fare una fintech per aiutare i risparmiatori a scegliere il metodo migliore per investire e, considerata la contingenza in ci troviamo, per mitigare gli effetti dell’inflazione?

E i piccoli risparmiatori hanno oggi la sufficiente educazione finanziaria per accedere autonomamente alle piattaforme fintech, come fa chi gestisce grandi capitali? I costi e i livelli di accesso alle piattaforme digitali sono in linea con le possibilità attuali dei risparmiatori?
Ancora: dato che una fintech è a caccia di capitali per sé, è ipotizzabile che i risparmiatori diventino loro stessi investitori?

Per avere risposte a queste domande, occasione del recente Milan Fintech Summit abbiamo intervistato Alessandro Saldutti, country manager di Scalable Capital, una fintech che propone una piattaforma digitale di investimento che unisce persone e tecnologia con l’obiettivo di democratizzare la finanza.
Di fatto la fintech svolge un servizio di brokeraggio, mettendo a disposizione una piattaforma di investimento e trading digitale che dà ai risparmiatori la possibilità di gestire autonomamente il proprio patrimonio.

Coinbar Fabrick

Cashless & Criptovalute

24 ottobre 2022

Eataly, Porta Garibaldi (Milano)

Rivedi l'evento

I mercati finanziari da sempre nella storia hanno risentito delle dinamiche della geopolitica. Ogni volta però le risultanze sono diverse, imprevedibili. Nell’era delle fintech è forse la prima volta che ci si trova a dover fare i conti con una guerra che ha influssi globali. Come vedete la situazione?

La combinazione di forte incertezza, tassi delle banche centrali in rialzo e inflazione ai livelli più alti da decenni sta facendo riadattare i modelli di business e le priorità aziendali delle fintech. L’imperativo non é più la rapidità della crescita, ma il percorso verso la profittabilità.
Chi cresceva nel contesto precedente, non é detto che riuscirà a crescere oggi. Pertanto, la chiave per avere successo, a mio parere, sarà la capacità di adattarsi.

Il trend di trasformazione digitale, la forza secolare alla base della crescita del fintech, rimane intatto. Pertanto, le aziende che sapranno convivere con il nuovo contesto si rafforzeranno e consolideranno la loro posizione di mercato.

I finanziatori istituzionali, come i grandi fondi di venture capital, rimangono cauti. Tali fondi hanno grandi capitali non ancora investiti, ma prima di tornare a piena attività aspettano di vedere come evolverà la situazione geopolitica.
In Scalable Capital stiamo dando priorità allo sviluppo prodotto rispetto che alla rapida crescita. Avendo chiuso un importante round di investimento l’anno scorso, non abbiamo bisogno di nuovi fondi, ma poiché nessuno sa quanto durerà questa situazione di incertezza, è importante spendere solo dove ci aspettiamo un ritorno significativo.

Azioni, ETF, fondi, e mettiamoci pure le crypto: cosa deve e può fare una fintech per aiutare concretamente i risparmiatori a scegliere il metodo migliore per il contrasto dei rischi legati all’inflazione?

Gli aiuti concreti si articolano in tre punti: l’investimento in educazione finanziaria, lo sviluppo di prodotti facili da usare e l’abbassamento dei costi e dei minimi di accesso che permettano di investire anche a chi non ha ancora grandi capitali.

Per quanto riguarda il primo punto, è importante far capire perchè investire, il ruolo delle asset class e come creare un portafoglio allineato ai nostri obiettivi. I nostri social, il nostro blog e le nostre newsletter sono testimoni di questi sforzi. Inoltre, collaboriamo a stretto contatto con partner esterni che condividono questa missione, come Starting Finance, justETF, e tanti altri.

Però, qualsiasi livello di educazione finanziaria non aiuterà se le persone dovranno avere molti soldi o pagare commissioni elevate per accedere agli investimenti.
Quindi una fintech come Scalable deve fornire un accesso semplice, sicuro e conveniente agli investimenti nei mercati dei capitali.

Ad esempio, Scalable Capital ha sviluppato piani di accumuloautomatizzati in ETF, senza commissioni e con investimenti minimi a partire da 1 euro al mese. Questi strumenti sono sia adatti per investire a lungo termine, sia accessibili a tutti.

A fronte della situazione attuale, quanto spazio c’è per il mercato delle fintech che facilitano gli investimenti?

Lo spazio è ampio. Le famiglie italiane hanno oltre 1.800 miliardi di euro depositati nei conti correnti. Questi risparmi stanno perdendo valore giorno dopo giorno. Con un’inflazione al 9%, il valore di questi risparmi viene dimezzato in 8 anni. Allo stesso tempo i problemi demografici e l’incertezza sul sistema pensionistico del nostro Paese sono problemi strutturali che richiedono alle persone di far fruttare i propri risparmi.
La combinazione di questi fattori, insieme alla diffusione dell’educazione finanziaria, fanno sì che la crescita delle fintech come Scalable non sia un “se”, ma un “quanto rapidamente”.

I mercati sono volatili nel breve periodo, ma nel lungo periodo hanno sempre battuto l’inflazione e dato ritorno positivi. Ciò è rimasto vero nonostante un periodo di guerre, bolle immobiliari, crisi di governo e crisi energetiche. Al contrario, i conti correnti sono sicuri nel breve periodo, ma hanno il 100% di probabilità di perdere valore nel lungo periodo.

La democratizzazione degli investimenti non passa mai di moda, anzi, ora diventa necessaria. Ma oggi più che mai per l’investitore conta avere la necessaria formazione finanziaria: cosa fa e può fare al riguardo una fintech?

L’educazione finanziaria è un tema centrale per Scalable. Ciò, oltre che con le parole, viene dimostrato ogni giorno con i fatti. È sufficiente guardare le nostre pagine social, il nostro blog e le nostre newsletter.
Produciamo video che spiegano le nozioni di base dell’investimento, la pianificazione del budget, le caratteristiche dei prodotti d’investimento specifici come gli ETF, i loro pro e contro e il paradigma rischio-rendimento.

Nel momento in cui le fintech facilitano l’accesso agli investimenti, devono anche contribuire alle conoscenze necessarie dei propri clienti, in modo che quest’ultimi possano prendere decisioni finanziarie consapevoli e assumere il controllo del proprio benessere economico.

I risultati di questi sforzi sono chiaramente riflessi nei comportamenti dei nostri clienti, i quali non giocano in borsa, ma risparmiano e investono da manuale: usando ETF diversificati e strategie di lungo termine come i piani di accumulo automatizzati.

E di cosa ha bisogno una fintech per essere stabile e crescere, a livello di funding? Chi sono i soggetti deputati a sostenerla? È ipotizzabile che siano gli stessi clienti a diventare azionisti delle fintech? Può essere questa una visione di lungo periodo?

Permettere ai clienti di diventare azionisti è una strada che alcune fintech intraprendono nella fase iniziale di startup, ma scalare in una fase più matura richiede investitori che abbiano un ruolo che vada oltre l’erogazione di assegni.

Fiducia, cooperazione e consulenza giocano un ruolo fondamentale. Occorre avere partner che abbiano il coraggio di pensare in modo dirompente e abbattere le vecchie barriere e le logiche del settore. Questo è il cuore dell’innovazione.

Ad esempio Blackrock, che é il maggiore investitore in Scalable Capital, é diventata la piú grande società di investimenti al mondo in “soli” 30 anni. Il loro investimento ha portato conoscenze ed esperienza difficili da trovare da altri investitori.

Considerazioni come queste hanno un valore che si traduce nei piani strategici attraverso differenti fasi di mercato e che dovrebbero essere chiave per ogni fintech nella selezione di un finanziatore.

Coinbar Fabrick

Cashless & Criptovalute

24 ottobre 2022

Eataly, Porta Garibaldi (Milano)

Rivedi l'evento

Argomenti

Nessun commento

Iscriviti a Money.it