Rc auto: come risparmiare anche in caso d’incidente

Chiara Esposito

9 Ottobre 2022 - 21:32

Cose da sapere per risparmiare e ottenere un rimborso sui sinistri stradali. Ecco come sfruttare al meglio la propria assicurazione auto in caso di incidente.

Rc auto: come risparmiare anche in caso d’incidente

Difficile risparmiare sull’assicurazione auto, soprattutto in alcuni casi.

Chi ha un RCA con clausola bonus e malus ad esempio rischia, in caso di incidente, di veder schizzare il proprio premio cambiando classe. In questo tipo di contratti infatti, se si verifica un sinistro con colpa, è previsto un aumento di due classi, un balzo anche piuttosto oneroso.

In caso di incidente infatti può scattare una differenza nel premio di oltre 300 euro. Esiste però un modo per evitare questo impennata; si tratta di un meccanismo noto come rimborso del sinistro. Capiamo in quali condizioni vi si può ricorrere e in che modo avviare la pratica.

Rimborso sinistro: come funziona e in che caso richiederlo

Non tutti sanno come funziona il rimborso del sinistro e per quali tipi di incidente è previsto. Partiamo quindi dalle basi.

L’assicurato ha la facoltà di rimborsare, attraverso la Consap, i sinistri che rientrano nell’ambito della procedura del risarcimento diretto e in questo caso sono due le tipologie di incidenti riscattabili:

  • Sinistri tra due veicoli accaduti a partire dal 1° febbraio 2007, quando è stato avviato il risarcimento diretto.
  • Sinistri liquidati e contabilizzati totalmente per i quali non risultino pendenti altre partite di danno.

Tanti altri scenari sono perciò esclusi e tra le tipologie di sinistro non riscattabili rientrano quindi:

  • Sinistri dove la polizza assicurativa prevede la franchigia a tariffa fissa.
  • Sinistri con collisione tra più di due veicoli.
  • Sinistri che hanno provocato la collisione di un solo veicolo a motore o tra più di due veicoli.
  • Sinistri accaduti all’estero, fatta eccezione per la Città del Vaticano e la Repubblica di San Marino.
  • Sinistri con collisione con ciclomotore non munito di targa (con cilindrata pari o inferiore a 50 cc sprovvisti di targa).
  • Sinistri dove la compagnia assicurativa non abbia aderito alla Card, la Convenzione tra assicuratori per il risarcimento diretto.

Ad ogni modo, se è questa la situazione in cui vi trovate, sappiate che potrete sempre rivolgervi alla vostra assicurazione per accertarvi delle politiche adottate e avere tutte le informazioni necessarie per procedere con le pratiche dovute.

Rimborso sinistro con Consap: come funziona

Se invece rientrate senza problemi nei due casi di copertura del rimborso dovete sapere quali sono i prossimi step da compiere. Ecco quindi come effettuare il rimborso del sinistro.

La soluzione è indirizzarsi verso la Consap (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici è una società per azioni italiana). A quel punto infatti il contraente della polizza assicurativa del veicolo responsabile, se ritiene che sia conveniente rimborsare il sinistro, può versare il relativo importo direttamente alla Stanza di compensazione tramite bonifico bancario. Questo metodo verrà però presto aggiornato e agli utenti sarà possibile attivare anche la modalità PagoPa.

In ogni caso Consap provvederà a rilasciare l’attestazione di avvenuto pagamento e con essa il contraente della polizza potrà recarsi presso il proprio assicuratore richiedendo la riclassificazione del contratto.

Le norme da seguire quindi non sono stringenti, ma è bene ricordare un’indicazione chiave. È possibile delegare la pratica così come è consentito rivolgersi ad un intermediario, ma ad ogni richiesta deve corrispondere un singolo sinistro Card.

Come compilare il modulo del rimborso Consap

Per assicurarsi di compilare il modulo Consap e avere accesso al rimborso è importante essere in possesso delle seguenti informazioni:

  • Data del sinistro;
  • Targa del responsabile;
  • Targa del danneggiato;
  • Compagnia assicurativa del responsabile;
  • Compagnia assicurativa del danneggiato;
  • Dati anagrafici del contraente della polizza del veicolo responsabile.

Una volta compilato il modulo lo si può corrispondere a Consap in due modi, uno più rapido e uno adatto a chi è impossibilitato a completare la procedura online:

  • Via internet;
  • Via posta tradizionale, inviando un modello precompilato all’indirizzo Consap Spa, Servizio Stanza di compensazione, Via Yser 14 – 00198 – Roma.

A seguito del vostro invio la Concessionaria procederà alla verifica delle informazioni e all’esistenza del sinistro per poi dare comunicazione dell’importo liquidato al richiedente responsabile o al delegato. La comunicazione verrà inviata o all’indirizzo email indicato nella richiesta oppure tramite una lettera riservata inviata tramite posta ordinaria, sempre al recapito indicato nel modello.

Iscriviti a Money.it

Fa bene il Governo a vendere ulteriori quote di ENI?

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo