Analisi statistica: oro, le migliori fasce orarie per operare sul metallo giallo

L’ufficio studi di Money.it propone uno studio statistico sulle quotazioni dell’oro da fine 2017 ad oggi. Dall’analisi emerge una chiara tendenza dei prezzi ad effettuare movimenti giornalieri opposti rispetto alle indicazioni grafiche generate nelle prime ore della seduta

Analisi statistica: oro, le migliori fasce orarie per operare sul metallo giallo

Nei primi sette mesi dell’anno le quotazioni dell’oro hanno attraversato un periodo piuttosto difficile, fatto di intense estensioni ribassiste e di brevi reazioni rialziste. A dispetto di un contesto geopolitico e macroeconomico ricco di incertezze, il metallo prezioso per eccellenza sembra aver perso la sua caratteristica più importante: quella di essere l’asset class “rifugio” per antonomasia.

Volendo far chiarezza a questo proposito l’Ufficio studi di Money.it propone un’analisi statistica sull’andamento intraday delle quotazioni dell’oro. Lo studio può aiutare i trader a comprendere meglio il comportamento dei corsi nelle giornate di trading in una fase così delicata come quella che sta vivendo il metallo giallo.

Analisi statistica sul comportamento intraday dell’oro: lo studio

Abbiamo analizzato l’andamento dei prezzi spot dell’oro dal dicembre 2017 ad oggi, utilizzando un timeframe a barre orarie e separando i giorni che hanno chiuso positivamente da quelli che hanno chiuso negativamente. Il campione totale di barre giornaliere analizzate è di 5.388 e i risultati appaiono piuttosto interessanti.

Nell’insieme di dati, per un totale di 152 sedute analizzate, 56 hanno avuto chiusura positiva e 96 chiusura negativa. Abbiamo poi diviso la giornata in tre fasce orarie da 8 ore ciascuna, la prima va da 00:00 alle 8:00, la seconda dalle 9:00 alle 16:00 e l’ultima dalle 17:00 alle 23:00.

Analisi statistica sul comportamento intraday dell’oro: i risultati

Con i grafici a istogramma ora per ora si ha un immediato colpo d’occhio sulla situazione.


Elaborazione dati: Ufficio studi Money.it

Durante le giornate positive, la segnatura del massimo è stata eseguita nel 25% dei casi nella prima fascia oraria, il 25% nella seconda e ben il 50% dei casi nell’ultima. Per quanto riguarda il minimo invece nel 63% dei casi viene registrato nella prima fascia oraria, il 29% nella seconda e solamente nel 9% dei casi nella prima.

Questo ci porta a dire che con più del 90% di possibilità, in una giornata rialzista il minimo verrà registrato tra la 00:00 e le 16:00 mentre il massimo ha altissime possibilità di essere segnato nella terza fascia oraria, ossia dalle 17:00 alle 23:00.


Elaborazione dati: Ufficio studi Money.it

Nei giorni negativi si ha una distribuzione opposta per quanto riguarda i massimi di seduta, che sono distribuiti nel 50% durante la prima fascia, nel 25% durante la seconda e nella terza per il restante 25%. Per quanto riguarda i minimi sono segnati nel 26% dei casi durante il primo gruppo di ore, nel 35% nel secondo e nel restante 39% durante il terzo.

Analisi statistica sul comportamento intraday dell’oro: le conclusioni

Dallo studio statistico condotto sulle quotazioni spot dell’oro emerge una chiara tendenza dei prezzi ad effettuare movimenti giornalieri opposti rispetto alle indicazioni grafiche generate nelle prime ore della seduta.

Appare quindi evidente quanto sia importante in un mercato sempre più complesso come quello dell’oro raccogliere ed elaborare i dati forniti dal mercato e grazie ad un abile mix di analisi tecnica e statistica si può migliorare la propria operatività e la qualità delle proprie operazioni.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Oro (XAUUSD)

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.