Quarta dose in arrivo per tutti, ecco cosa sta succedendo

Emiliana Costa

2 Maggio 2022 - 13:22

condividi

In Italia il virus continua a circolare trainato dalla contagiosa variante Omicron 2. Sarà necessaria una quarta dose di vaccino per tutti in autunno? Ecco la posizione del ministro Speranza.

Quarta dose in arrivo per tutti, ecco cosa sta succedendo

Quarta dose in arrivo per tutti? Ecco cosa sta succedendo. Dopo gli ultimi due week end di festa, i contagi in Italia sono aumentati del 22%. Il virus dunque continua a correre trainato da Omicron 2, la cui contagiosità è pari a quella del morbillo. Nell’ultimo bollettino diffuso dal ministero della Salute, i nuovi positivi nelle 24 ore sono stati 40.757 (sul dato influisce il week end). Le vittime sono 105.

Intanto, procede a rilento la campagna per la quarta dose di vaccino anti Covid (al momento destinato a fragili e over 80). Il ministro della Salute Roberto Speranza avverte: «Dobbiamo accelerare. Probabile estensione del secondo booster in autunno». Entriamo nel dettaglio.

Quarta dose per tutti in autunno? La posizione di Speranza

La campagna per la quarta dose, destinata al momento a fragili e over 80, procede a rilento. Complice forse l’abolizione del green pass dal 1° maggio per l’accesso ai luoghi aperti al pubblico. In un’intervista al Corriere della Sera, il ministro della Salute Roberto Speranza commenta così la quarta dose per gli anziani a singhiozzo: «È presto per un bilancio. Siamo partiti da poco, appena le autorità europee su proposta dell’Italia hanno dato indicazioni uniformi ai Paesi membri. Finora sono state somministrate 200 mila dosi tra over 80 e ospiti delle Rsa e 120 mila ad immunocompromessi. Non c’è dubbio che dobbiamo accelerare».

E su una possibile estensione a tutti della quarta dose in autunno, Speranza aggiunge: «È molto probabile un’estensione della quarta dose in vista dell’autunno. Se sarà per tutti o solo per ulteriori fasce generazionali lo valuteranno le autorità sanitarie. Noi siamo pronti». Il ministro parla commenta anche l’ipotesi di un nuovo vaccino adattato alle varianti: «Il nostro auspicio è che il vaccino adattato alle varianti possa essere disponibile in autunno, ma dovranno esprimersi prima l’Ema e l’Aifa».

Dunque, secondo il ministro della Salute Speranza in autunno la quarta dose sarà estesa. Saranno poi le autorità sanitarie a decidere se sarà destinata a tutti.

Iniziata la fase di convivenza con il virus

Da domenica 1° maggio è iniziata in Italia la fase di convivenza con il virus. Il green pass infatti non è più richiesto per accedere a luoghi aperti al pubblico e l’obbligo di mascherina al chiuso è stato prorogato fino al 15 giugno solo nei contesti più a rischio: mezzi di trasporto, scuola, cinema, teatri, ospedale e Rsa.

Il ministro Speranza ha commentato così l’allentamento delle misure anti Covid: «Siamo in una fase nuova, ma se invito a restare con i piedi per terra è perché questo virus ha dimostrato di essere imprevedibile. È finito lo stato di emergenza, però la pandemia non è finita e dobbiamo proseguire il nostro percorso di gradualità. Siamo in una fase diversa grazie al fatto che oltre il 90% della popolazione over 12 si è vaccinata. Non dobbiamo dimenticarlo mai».

Iscriviti a Money.it