Presidente di regione: quanto guadagna e cosa fa

22 settembre 2020 - 09:57 |
22 settembre 2020 - 12:55 |

Quello del Presidente di regione è uno degli stipendi più alti tra le cariche istituzionali (più del premier Conte) anche se la legge fissa un “tetto massimo”. Ecco quanto guadagna.

Presidente di regione: quanto guadagna e cosa fa

Che lo stipendio dei Presidenti di regione sia particolarmente elevato è cosa nota a tutti; ma quanto guadagna esattamente un governatore?

Le somme percepite variano da regione a regione, tuttavia - nonostante l’autonomia regionale - la legge fissa un tetto massimo che lo stipendio mensile del Presidente non può mai superare: 13.800 euro lordi al mese (quello di Giuseppe Conte si aggira sui 6.700 euro al mese).

I governatori che percepiscono il massimo dello stipendio consentito sono Zaia (Veneto), Zingaretti (Lazio), Marsilio (Abruzzo), Musumeci (Sicilia) e Bardi (Basilicata), ma anche gli altri hanno un guadagno annuo di cui è difficile lamentarsi.

Cosa fa il Presidente della regione

L’elevato stipendio del Presidente di regione corrisponde ad un incarico istituzionale della massima responsabilità. Il governatore, infatti, è l’istituzione più importante e principale delle regioni ed è sia un organo monocratico che collegiale, in quanto presiede e rappresenta la giunta regionale che svolge la funzione esecutiva.

I compiti del Presidente di regione possono essere così sintetizzati:

  • presiede la giunta regionale, la convoca e ne decide l’ordine del giorno;
  • promulga le leggi ed emana i regolamenti regionali;
  • indice le elezioni regionali e i referendum;
  • dirige la funzione amministrativa della Regione;
  • presenta i disegni di legge;
  • nomina e revoca gli altri componenti della giunta.

Ma non finisci qui; i governatori sono considerati anche le massime autorità sanitarie regionali, per questo possono emanare ordinanze in materia di sanità pubblica limitatamente al territorio che amministrano.

Come si elegge

Il Presidente della giunta regionale è eletto secondo il sistema elettorale della Regione di appartenenza, nei limiti e nei principi fissati dalla legge statale. Nella maggior parte dei casi il Presidente viene eletto a suffragio universale diretto (diversamente da quanto accade per il presidente del consiglio) dei cittadini maggiorenni, salvo che lo statuto regionale disponga diversamente.

La legge statale stabilisce che il Presidente non sia immediatamente rieleggibile quanto è eletto a suffragio universale diretto e che l’elezione del governatore e Consiglio regionale devono essere contestuali.

Fanno eccezione al principio dell’elezione diretta la Valle d’Aosta, il cui Presidente viene indicato dal Consiglio regionale, e il Trentino Alto Adige dove l’incarico di governatore è ricoperto dai Presidenti delle province autonome di Trento e Bolzano, in modo alternativo tra loro.

Invece i criteri di eleggibilità sono omogenei in tutta Italia: l’articolo 122 della Costituzione stabilisce che non possa ricoprire l’incarico di Presidente della Giunta regionale chi è membro di una Camera del Parlamento, di un altro consiglio/giunta regionale o del Parlamento europeo.

Quanto dura il mandato del Presidente di regione

Come tutte le cariche istituzionali, anche quella del governatore di regione dura 5 anni, a meno che il mandato non cessi in anticipo in due ipotesi:

  • quando il Presidente della repubblica scioglie la giunta o rimuove il Presidente a causa di gravi violazioni di legge o atti contrari alla Costituzione;
  • quando il consiglio regionale esprime la sfiducia nei confronti del Presidente con mozione motivata da almeno ⅕ dei suoi componenti.

Inoltre l’articolo 126 della Costituzione prevede che la mozione di sfiducia promossa nei confronti del Presidente di regione provoca la sua dimissione e quella di tutta la Giunta regionale, nonché lo scioglimento del consiglio regionale.

Quanto guadagna il Presidente della regione

Come si è anticipato, lo stipendio del governatori è tra i più elevati in assoluto, basti pensare che ogni Presidente di regione guadagna di più del Presidente del Consiglio Conte (e non di poco).

Ogni regione, in virtù dell’autonomia costituzionalmente garantita, può stabilire autonomamente gli stipendi dei governatori entro il limite di 13.800 euro lordi al mese, limite che in diversi casi viene raggiunto, ad esempio per quanto riguarda Zaia e Zingaretti, ma non solo.

Percepiscono poco meno del tetto massimo Fontana (Lombardia), Rossi (Toscana), De Luca (Campania), Emiliano (Puglia) e Solinas (Sardegna). Tesei (Umbria) è sui 12.530 euro lordi al mese mentre Toma (Molise) 11.000. Cirio (Piemonte), Bonaccini (Emilia Romagna) e Kompatscher (trentino Alto Adige) sono i governatori che guadagnano di meno: “soltanto” dagli 10.000 ai 9.000 euro lordi al mese.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO