Quanti tirocinanti può avere un’azienda? Dipende dal numero di impiegati

L’attivazione dei tirocini può essere molto vantaggiosa per l’azienda, ma esistono precisi limiti numerici da rispettare: di seguito il numero di stagisti ammessi in base ai dipendenti del soggetto ospitante.

Quanti tirocinanti può avere un'azienda? Dipende dal numero di impiegati

Quanti tirocinanti può avere un’azienda contemporaneamente è stabilito dalla legge, e nel 2017 la normativa sull’attivazione dei tirocini è stata profondamente aggiornata e rivista.

Il numero massimo di stagisti dipende da quanti lavoratori a tempo indeterminato sono regolarmente assunti presso l‘ente ospitante: più sono i dipendenti con contratto e più saranno i tirocini attivabili.

La legge stabilisce anche quanti stagisti può avere ciascun tutor aziendale, la durata massima del tirocinio curricolare ed extracurricolare e le sanzioni per le aziende che non rispettano le regole. Ecco i dettagli.

Numero massimo di tirocinanti in azienda

Per evitare l’abuso di tirocinanti da parte dell’azienda, la legge impone precisi limiti numerici, ovvero un numero massimo di stagisti che ciascun soggetto ospitante può impiegare contemporaneamente. Tali soglie numeriche sono state aggiornate dall’Accordo Stato-Regioni del 25 maggio 2017 che prevede i limiti seguenti:

  • 1 tirocinante se l’azienda ha soltanto 5 lavoratori a tempo indeterminato;
  • 2 tirocinanti se l’azienda ha da 6 a 19 lavoratori a tempo indeterminato;
  • 10% del totale dei lavoratori dipendenti, se il soggetto ospitante ha più di 20 lavoratori a tempo indeterminato.

La normativa prevede anche delle “premialità” ovvero la possibilità di attivare dei tirocini extra (quindi oltre i limiti che abbiamo visto poc’anzi) se il soggetto ospitante ha assunto con contratto di lavoro subordinato di almeno 6 mesi o apprendistato una certa quota dei tirocinanti inseriti nei 2 anni precedenti. In particolare, i “premi” sono così articolati:

  • 1 tirocinante in più se la percentuale di stabilizzati è del 20%;
  • 2 tirocinanti in più se la percentuale di stabilizzati è del 50%;
  • 3 tirocinanti in più se la percentuale di stabilizzati è del 75%;
  • 4 tirocinanti in più se la percentuale di stabilizzati è del 100%.

Quanti tirocinanti può seguire un tutor?

Elemento imprescindibile del tirocinio (sia curriculare che extracurriculare) è la presenza di un tutor, una persona esperta che affianchi lo stagista, lo istruisca o lo guidi nel lavoro. Il tutor, inoltre, ha il compito di coordinare gli adempimenti burocratici nei confronti del soggetto promotore del tirocinio.

La normativa nazionale stabilisce qual è il numero massimo di tirocinanti che un tutor può seguire contemporaneamente:

  • fino a 3 in caso di tirocinio curricolare;
  • fino a 5 in caso di tirocinio extracurriculare.

Durata del tirocinio

L’Accordo Stato-Regioni del 25 maggio 2017 va a modificare quanto stabilito nel 2013 circa la durata massima del tirocinio; si passa a:

  • 6 mesi per il tirocinio formativo e di orientamento;
  • 12 mesi per il tirocinio di inserimento o reinserimento e per il tirocinio a favore di soggetti svantaggiati;
  • 24 mesi al massimo per i tirocini in favore dei disabili.

Le sanzioni

Se l’azienda non rispetta i limiti stabiliti dalla normativa nazionale/regionale e si avvale di un numero di tirocinanti superiore al consentito commette una violazione così sanzionata: dapprima con l’intimazione di interrompere i tirocini in eccedenza, poi con l’interdizione di attivare altri stage nei successivi 12/18 mesi.

L’obiettivo della sanzione è ristabilire la proporzione numerica tra l’organico dipendente del soggetto ospitante e il numero dei tirocinanti impiegati. Tutte le sanzioni sono contenute nella circolare INPS n. 8 de 18 aprile 2018.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO