Quali sono le province più a rischio: ecco dove aumentano maggiormente i contagi in Italia

Stefano Rizzuti

15 Novembre 2021 - 11:16

condividi

L’aumento dei contagi da Covid-19 continua in maniera non omogenea in Italia: più alto il numero dei casi al Nord-Est e al Centro. Ecco quali sono le province più rischio.

Quali sono le province più a rischio: ecco dove aumentano maggiormente i contagi in Italia

La risalita dei contagi riguarda tutta l’Italia. Ma la differenza tra le regioni e tra le province resta notevole. L’aumento dei casi di Covid-19 non riguarda allo stesso modo tutto il territorio italiano, ma ci sono zone in cui la circolazione del virus è nettamente maggiore.

Attraverso i dati messi a disposizione sul Sole 24 Ore sull’andamento dell’epidemia in Italia è possibile vedere quali sono le province che fanno registrare più nuovi casi in rapporto alla loro popolazione. In particolare il dato di riferimento è quello dei nuovi contagi ogni 100mila abitanti registrati negli ultimi sette giorni.

In quali zone d’Italia ci sono più contagi

La mappa italiana dei contagi evidenzia da subito le aree con una maggiore concentrazione di nuovi casi: la situazione è allarmante soprattutto nel Nord-Est mentre meglio sembra andare a Nord-Ovest. Abbastanza alta l’incidenza dei casi anche al Centro mentre si registrano pochi contagi al Sud, fatta eccezione per la costa nord-orientale della Sicilia.

L’area con più contagi è il Nord-Est

La situazione più critica è sicuramente quella del Nord-Est. La provincia italiana che fa registrare più casi nell’ultima settimana in rapporto alla popolazione è Trieste, con un’incidenza di 634 contagi ogni 100mila abitanti. Valori altissimi anche a Bolzano (390) e Gorizia (366). In generale i dati sull’incidenza sono alti in molte province del Veneto e anche in parte della Romagna oltre che nel Friuli-Venezia Giulia. Ecco le province del Nord-Est con più nuovi casi:

  • Trieste 634
  • Bolzano 390
  • Gorizia 366
  • Forlì-Cesena 209
  • Padova 156
  • Udine 155
  • Pordenone 139
  • Ravenna 139
  • Treviso 137.

La situazione nel Nord-Ovest

Leggermente meglio va al Nord-Ovest dove l’unica situazione più critica è quella della provincia di La Spezia (229 l’incidenza settimanale). Tra le zone più a rischio ci sono quelle della Liguria mentre al momento l’incidenza è più basso in Lombardia e Piemonte. Ecco le province del Nord-Ovest con più contagi:

  • La Spezia 229
  • Savona 114
  • Imperia 107
  • Grosseto 103.

Al Centro più contagi ma nessun picco

Mediamente la situazione nel Centro Italia vede un’incidenza settimanale superiore ai 100 casi ma senza nessun particolare picco. Qualche preoccupazione destano solamente le province di Rieti (138 casi settimanali ogni 100mila abitanti) e Teramo (121). Molte, però, le province con più di 100 contagi:

  • Rieti 138
  • Teramo 121
  • Fermo 116
  • L’Aquila 112
  • Ascoli Piceno 112
  • Frosinone 110
  • Latina 106.

Al Sud meno contagi, preoccupa solo parte della Sicilia

In generale il Sud Italia (Isole comprese) è la zona con meno contagi. Solo due province - entrambe siciliane - superano i 100 contagi ogni 100mila abitanti e in molte province l’incidenza è inferiore ai 50 casi, la soglia di prima allerta. Ecco i dati:

  • Messina 178
  • Catania 105
  • Benevento 97
  • Caserta 96
  • Napoli 96
  • Reggio Calabria 91
  • Siracusa 86

La situazione nelle grandi città

L’ultimo dato da valutare è quello sulla situazione nelle grandi città. In linea di massima nei grandi centri non si registra un alto numero di contagi e solo Roma supera la soglia dei 100 casi settimanali ogni 100mila abitanti. Restano al di sotto dei 50 Palermo e Bari. Ecco i dati:

  • Roma 102
  • Bologna 99
  • Napoli 96
  • Firenze 72
  • Milano 68
  • Torino 68
  • Palermo 48
  • Bari 32.

Argomenti

# Italia

Iscriviti a Money.it