Prova orale Maturità 2022: quali materie ci sono e come funziona

Luna Luciano

07/05/2022

20/05/2022 - 12:47

condividi

Si avvicina la Maturità 2022 per migliaia di studenti. In molti si domandano come funzionerà la prova orale, quali saranno le materie e le domande dei commissari. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Prova orale Maturità 2022: quali materie ci sono e come funziona

La prova che forse più di tutte ha sempre preoccupato maggiormente gli studenti è quella orale della Maturità. Iniziato l’ultimo mese di scuola, gli studenti dell’ultimo anno si accingono quindi a prepararsi per la Maturità 2022, cominciando il ripasso degli argomenti svolti in classe durante l’anno scolastico.

Il colloquio orale è la prova finale e separa i maturandi dalla fine del proprio percorso scolastico; ad attenderli poi ci sarà l’università o il mondo del lavoro. L’esame di Stato inizierà il 22 giugno con la prima prova di italiano, mentre il 23 giugno sarà la volta della seconda prova, diversa per ciascun indirizzo, mentre gli orali inizieranno il lunedì successivo ossia il 27 giugno.

Fino all’anno scorso l’esame aveva inizio con l’estrazione di un argomento fra tre buste chiuse, buste che l’ex Ministro dell’Istruzione Fioramonti ha abolito del tutto, sostituite quest’anno da una lista di argomenti stabiliti dalla commissione. Durante la prima parte del colloquio gli studenti della Maturità 2022 dovranno effettuare dei collegamenti multidisciplinari tra l’argomento assegnato e le materie d’esame. A questa seguirà poi la presentazione di un elaborato, domande e correzione delle prove scritte. Teoricamente il colloquio orale durerà tra i 50-60 minuti e sarà l’unica prova a essere valutata fino a 25 punti.

Davanti a un orale così densamente strutturato è naturale che ci si domandi come funzioni esattamente questa prova, quali saranno le materie e le domande che i commissari potranno porgere agli studenti. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Prova orale Maturità 2022: come funziona?

Gli orali della Maturità 2022 inizieranno il 27 giugno, e con le nuove modifiche è naturale che gli studenti si domandino come sarà strutturato la prova orale, da sempre una delle prove più temute dell’esame di Stato.

Benché il colloquio orale sia diverso per ogni studente, la densa struttura prevista dal ministero è più o meno la stessa. In generale quindi si possono conoscere quelle che saranno le fasi della prova orale che i maturandi dovranno affrontare.

  1. Il colloquio inizierà con l’analisi da parte degli studenti di uno dei materiali preparati dalla Commissione d’esame e proposto dal Presidente di commissione, effettuando poi dei collegamenti multidisciplinari con le materie d’esame.
  2. Gli studenti dovranno esporre un elaborato scritto o multimediale su di un’esperienza svolta nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali, come l’alternanza scuola lavoro.
  3. Domande da parte della commissione per accertare che i candidati abbiano maturato competenze all’interno del progetto Cittadinanza e Costituzione.
  4. Correzione degli scritti e domande da parte della commissione sugli argomenti presenti nel programma della materia.

È consigliabile quindi non solo ripassare i programmi ma anche gli argomenti delle prove scritte e i possibili errori, preparandosi a possibili correzioni durante il colloquio.

Prova orale Maturità 2022: quante le materie da preparare?

La commissione quest’anno sarà composta da 6 commissari interni e dal Presidente esterno. La preoccupazione più grande degli studenti è quali saranno le materie presente in commissione.

È importante ricordare però che pur essendo 6 i professori, ciò non toglie che le materie su cui si potrà essere esaminati saranno di più. Gli insegnanti infatti potranno interrogare gli studenti nelle materie che insegnano o in quelle per le quali hanno conseguito il titolo di insegnamento. A rigore di logica quindi un docente di storia può porre delle domande di filosofia se prevista dall’indirizzo.

Prova orale Maturità 2022: quali domande possono fare i commissari?

Se i professori potranno porre delle domande agli studenti sulle materie per le quali sono abilitati, ciò non vuol dire che saranno autorizzati a porre qualsiasi genere di domanda.

Il colloquio dovrà basarsi sul documento di classe, che verrà stilato entro il prossimo 15 maggio 2022, il quale esplicita i contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi e i tempi del percorso formativo dell’ultimo anno, nonché ogni altro elemento che il consiglio di classe ritenga importante ai fini dello svolgimento della prova orale della Maturità 2022

Prova orale Maturità 2022: punteggio e valutazione

La prova orale - come specificato dallo stesso Miur - deve accertare che gli studenti abbiano una corretta padronanza della lingua, ancora la capacità di “utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle nell’argomentazione e di discutere e approfondire sotto vari profili i diversi argomenti”.

L’orale avrà certamente il suo peso sul voto finale di maturità, la commissione potrà infatti assegnare un punteggio massimo di 25 punti, oltre a 5 punti bonus per gli studenti che hanno conseguito 30 crediti scolastici e un risultato complessivo nelle prove di esame di almeno 50 punti. La commissione per poter valutare correttamente lo studente o la studentessa dovrà attenersi a una griglia di valutazione erogata dal ministero dell’Istruzione.

Griglia di valutazione dell’orale
Griglia di valutazione della prova orale Maturità 2022

Ecco, quindi, tutto quello che c’è da sapere sulla prova orale della Maturità 2022. Adesso non resta agli studenti che mettere mano ai propri libri e appunti e cominciare il proprio ripasso in vista dell’esame.

Argomenti

# Scuola

Iscriviti a Money.it