Primarie Pd: sfida Bonaccini-Schlein, i programmi a confronto

Alessandro Cipolla

7 Dicembre 2022 - 16:24

condividi

I programmi di Stefano Bonaccini ed Elly Schlein a confronto: ecco le proposte dei due principali candidati alle primarie del Partito Democratico che si terranno il 19 febbraio.

Primarie Pd: sfida Bonaccini-Schlein, i programmi a confronto

Stefano Bonaccini ed Elly Schlein saranno i grandi protagonisti delle primarie del Partito Democratico che, nella loro fase finale ovvero quella dei gazebo aperti a tutti, si terranno domenica 19 febbraio, una settimana dopo le elezioni regionali nel Lazio.

Dal 27gennaio al 12 febbraio si terrà invece il voto nei circoli, dove potranno partecipare soltanto gli iscritti al Pd, probabilmente circa 300.000, con la campagna per il tesseramento che è tuttora in corso.

Al momento sono tre i candidati ufficiali in queste primarie del Partito Democratico per la scelta del prossimo segretario: il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, la deputata Elly Schleyn e l’ex ministro Paola De Micheli. In stand by al momento è la scesa in campo del sindaco di Pesaro Matteo Ricci.

Ma cosa prevedono i programmi di Bonaccini e Schlein? Vediamo quali sono le proposte dei due candidati alle primarie Pd del 19 febbraio, con il tema delle alleanze che sarà il classico convitato di pietra di questo voto per la scelta del nuovo segretario.

Primarie Pd: i programmi di Bonaccini e Schlein

Senza nulla togliere a Paola De Micheli, al momento tutto farebbe pensare che alle primarie del 19 febbraio ci sarà una sfida tra Stefano Bonaccini ed Elly Schlein; il regolamento del Partito Democratico infatti prevede che, dal voto nei circoli, escano fuori i due più votati che poi si sfideranno ai gazebo.

Una volta che saranno ufficializzate tutte le candidature entro la metà di dicembre, ci sarà il momento della discussione delle piattaforme politico-programmatiche. Sarà quello il momento in cui il presidente dell’Emilia-Romagna e la sua ex vice metteranno a punto i propri programmi.

Dalle dichiarazioni rilasciate dai due in queste settimane si possono già individuare quali saranno i capisaldi dei due programmi.

Stefano Bonaccini

  • Alleanze in base a un programma condiviso, ma l’obiettivo è non regalare al Movimento 5 Stelle la rappresentanza della sinistra e al terzo polo quella dei moderati.
  • Reddito di cittadinanza va cambiato ma non abolito.
  • No al cambio di nome del Partito Democratico.
  • Ricambio della classe dirigente.
  • Difesa sanità pubblica e grande attenzione alla scuola.

Elly Schlein

  • Immigrazione: per una politica migratoria e di asilo autenticamente europea, che metta in atto il principio di solidarietà e di una equa ripartizione delle responsabilità tra tutti gli Stati Membri dell’Unione Europea, previsti dai Trattati.
  • Transizione ecologica: un Green New Deal di investimenti che accompagnino la transizione ecologica necessaria, contribuendo a salvare il pianeta e al contempo rilanciando occupazione di qualità nell’economia verde e circolare. Un piano di step concreti per raggiungere la piena decarbonizzazione entro il 2050, azzerando le emissioni climalteranti, e il 100% di rinnovabili al 2035. Rendiamo tutte le politiche coerenti con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.
  • Giustizia fiscale: per il contrasto all’ elusione ed evasione fiscale, attraverso una definizione condivisa di paradisi fiscali, lo scambio automatico di informazioni, l’armonizzazione degli standard fiscali.
  • Ue: per un’Europa che sia coraggiosa, capace di investire sul suo domani, di affrontare le sfide del presente vedendosi già al futuro, senza esitazione.
  • Uguaglianza: per la battaglia contro le discriminazioni, in ogni loro forma e declinazione, per difendere il diritto di ogni individuo ad affermare pienamente se stesso e a poterlo fare in sicurezza e serenità.
  • Difesa del reddito di cittadinanza.

Per avere un quadro più chiaro, si dovrà aspettare che i due candidati mettano nero su bianco il proprio programma in vista delle primarie del Pd.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it