Prezzo della benzina, quanto è aumentato in Italia e quanto costa il carburante nel resto d’Europa

Stefano Rizzuti

21/06/2022

21/06/2022 - 12:24

condividi

Il prezzo del carburante continua a salire, ma non solo in Italia. Ecco quanto costano benzina e diesel oggi nel nostro paese e qual è la situazione negli altri stati dell’Ue ed extra-europei.

Il caro benzina non si arresta e il prezzo del carburante in Italia continua a restare al di sopra dei 2 euro al litro. L’aumento dei prezzi di benzina e diesel non è, però, un fenomeno solo italiano. E i dati sui prezzi in Europa lo confermano, tanto che il nostro Paese è in realtà tra i meno cari, almeno tra i big dell’Ue.

Il caro carburanti ha colpito soprattutto l’Europa, tanto che la maggior parte dei Paesi in cui la benzina costa di più sono europei, con poche eccezioni. Gli effetti dei rincari sull’energia e della guerra in Ucraina sembrano colpire soprattutto l’Ue.

In Italia si pensa se confermare il taglio delle accise di 30,5 centesimi al litro (si ipotizza anche di aumentarlo a 35 centesimi), ma intanto il prezzo di benzina e diesel si attesa poco al di sopra dei 2 euro. Vediamo qual è il costo al distributore oggi e quali sono le differenze rispetto al resto d’Europa e del mondo.

Quanto costano benzina e diesel in Italia oggi

Gli ultimi dati sui prezzi del carburante sono quelli elaborati da Quotidiano Energia e fanno riferimento alla giornata del 20 giugno. Poche le variazioni rispetto al giorno precedente, con prezzi sostanzialmente stabili. Ecco quanto costa il carburante:

  • Benzina self 2,072 euro al litro
  • Diesel self 2,030
  • Benzina servito 2,204
  • Diesel servito 2,166
  • Gpl da 0,832 a 0,850
  • Metano da 1,702 e 1,924

I prezzi del carburante in Europa

Se il costo del carburante in Italia è alto, non si può dire che vada meglio in molti Paesi europei. I dati sono quelli di Globalpetrolprices, aggiornati al 13 giugno. Mancano quindi i dati degli ultimi giorni, discorso che vale anche per l’Italia dove il prezzo è nettamente aumentato nell’ultima settimana. Ma va detto che c’è chi sta molto peggio, con costi molto più alti.

Per esempio in Norvegia il carburante viene pagato 2,59 euro al litro, mentre in Danimarca e Finlandia siamo a circa 2,54 euro al litro. In Islanda si arriva a 2,49, in Olanda 2,36 e anche in Grecia siamo a 2,40, molto più che in Italia. Secondo questi dati il prezzo medio in Italia si attesta a 2,03 euro al litro: il nostro Paese sarebbe il 19esimo in Europa.

Meno cara la benzina in Germania (1,94), ma anche in Ungheria, Croazia e San Marino. Tra i prezzi più bassi in Europa ci sono quelli di Romania (1,74), Polonia (1,70), Ucraina (1,63) e Slovenia (1,56). Molto di meno si paga in Russia: solamente 86 centesimi al litro in uno dei paesi che maggiormente produce petrolio. Rispetto all’Italia i costi del carburante sono più alti in quasi tutti i grandi paesi europei: Francia, Spagna, Belgio, Regno Unito e Portogallo.

Quanto costa la benzina nel mondo

Come detto, molti dei paesi europei sono quelli in cui il costo al distributore è più alto. Ma la benzina più cara in assoluto la si paga a Hong Kong: ben 2,88 euro al litro. Si scende a 2,21 euro a Singapore e a 1,98 in Nuova Zelanda. Nel resto del mondo il prezzo del carburante scende nettamente.

In Canada siamo a 1,71 euro al litro, in Sud Africa a 1,42, in Cina a 1,37 e in Brasile a 1,35. Negli Stati Uniti la benzina costa 1,31 euro al litro. I paesi in cui i rifornimenti al distributore sono meno cari sono tutti grandi produttori di petrolio: Venezuela, Libia, Iran, Siria, Algeria e Kuwait. In tutti questi casi il prezzo è inferiore ai 35 centesimi al litro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it