Portafoglio del Martedì: boom del rendimento, nuovo investimento su Generali

Ufficio Studi Money.it

02/03/2021

02/03/2021 - 15:02

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Rendimento sopra l’80% per il nostro portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit. In questo numero inseriamo un’operazione al rialzo sulle azioni Generali.

I dati intraday e in tempo reale del Grafico BGN sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

Già in ampio territorio positivo, il rendimento del nostro portafoglio di investimento nell’ultima settimana ha registrato un balzo grazie alle operazioni recentemente aperte sulle azioni Eni e sul titolo Salvatore Ferragamo.

Sopra il 30% la scorsa settimana, il rendimento del nostro portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit si è portato in quota 80 punti percentuali.

All’investimento al rialzo su Snam, in questo numero del nostro portafoglio vogliamo aggiungere anche un’operazione, sempre «long», sulle azioni Assicurazioni Generali.

Portafoglio di investimento: la situazione generale

Anche nell’ottava che si è da poco conclusa il focus degli operatori è stato incentrato sul rialzo registrato dai titoli obbligazionari. In particolare, il decennale USA la scorsa settimana si è spinto sopra l’1,55% ed il trentennale si è portato al 2,34% (a inizio febbraio i due dati si attestavano rispettivamente all’1,08 e all’1,84 per cento).

Questo perché l’arrivo dei vaccini ha rappresentato il più tipico dei game changer, l’evento cioè che finisce per cambiare radicalmente le carte in tavola sui mercati: con prospettive di crescita e inflazione in netto miglioramento, gli operatori stanno modificando l’esposizione all’obbligazionario facendone, di conseguenza (prezzi e rendimenti sul mercato dei bond si muovono in maniera opposta), salire i rendimenti.

Se quindi da un lato è naturale che i tassi salgano, dall’altro non è normale che lo facciano a questo ritmo (ma nel contesto attuale sono pochi gli elementi convenzionali). Anche se non sono mai state così generose, alle banche centrali a questo punto è richiesto un ulteriore compito: devono convincere gli operatori che le condizioni finanziarie non si inaspriranno.

La sensazione generale è che l’andamento dei rendimenti dei bond governativi finirà per determinare la direzionalità dei mercati. Per ora stiamo assistendo ad un intensificarsi del fenomeno di rotazione dalle azioni growth per due ordini di motivi:

  • le performance stellari registrate negli ultimi mesi le rendono vittime ideali quando si vogliono incassare i profitti;
  • il loro livello di indebitamento le espone più direttamente ai rialzi dei tassi.

Per quanto riguarda l’emergenza sanitaria, in quei Paesi, come Stati Uniti e Regno Unito, più avanti nel processo di vaccinazione, il ritorno alla normalità è accelerato da due fattori: da un lato si sta aumentando la quota di persone per i quali l’incubo-Covid sembrerebbe finito, dall’altro i tassi di contagio sono in netta riduzione.

Ovviamente la situazione non è omogenea: in diversi Paesi europei, Italia compresa, nuovi focolai stanno portando a chiusure che la popolazione, dopo un anno di emergenza, fa sempre più fatica ad accettare e rispettare.

Portafoglio di investimento: puntiamo sulle azioni Generali

Dopo una partenza in rosso a causa delle performance negative registrate dai trade sulle azioni Intesa Sanpaolo e sul cambio eurodollaro, anche l’edizione 2021 del Portafoglio del Martedì sta evidenziando un andamento decisamente positivo (il 2020 si è chiuso con un +200%).

Performance positive nelle ultime settimane sono state registrate grazie agli investimenti sui prodotti con sottostanti le azioni Poste Italiane (+38%) e quelle Leonardo (+25%).

Martedì scorso il nostro deal sul titolo Eni, realizzato con il Turbo Certificate con ISIN DE000HV4HTS4 ha toccato il target di 9,55 euro permettendo al nostro Portafoglio di segnare un rendimento positivo del 24,17% mentre la posizione rialzista sulle azioni Salvatore Ferragamo (realizzata tramite il Turbo Open End con ISIN DE000HV4HKA1) è divenuta operativa lunedì scorso chiudendosi con successo mercoledì 24 febbraio.


Azioni Eni, grafico giornaliero. Fonte: TradingView


Azioni Salvatore Ferragamo, grafico giornaliero. Fonte: TradingView

Grazie all’investimento nelle azioni Salvatore Ferragamo il rendimento del nostro portafoglio è cresciuto di 24 punti percentuali tondi portando il dato complessivo a segnare un incremento dell’80%.

Chiusasi anche questa operazione, resta solo quella sulle azioni Snam (DE000HV4D7C9).


Azioni Snam, grafico giornaliero. Fonte: TradingView

In questo numero del nostro appuntamento con i Turbo Certificates di UniCredit vogliamo inserire una nuova operazione al rialzo sulle azioni Assicurazioni Generali. L’investimento sarà effettuato tramite il Turbo Certificate emesso da UniCredit con codice ISIN DE000HV4KBC0 e leva 4,88.

Dopo il minimo fatto segnare a fine ottobre sopra gli 11 euro, le azioni Generali hanno recuperato parecchio terreno. Gli 11,175 euro registrati lo scorso 29 ottobre hanno aperto la strada a poderosi rialzi che nel giro di pochi giorni hanno permesso il superamento prima della trendline ribassista ottenuta unendo i top del 21 luglio e del 25 agosto 2020 e poi la resistenza scaturita dai top del 13 novembre 2019 e del 10 gennaio 2020.


Azioni Assicurazioni Generali, grafico giornaliero. Fonte: TradingView

Dopo il breakout a metà novembre della media mobile a 200 periodi, le quotazioni del titolo Generali hanno registrato una lateralità in quota 14-14,7 euro andando a testare a febbraio i 15,9 euro.

In questo contesto intendiamo aprire una posizione “long” da 15,85 euro con target a 16,2 euro e stop loss a 15 euro.

I prodotti e le rispettive leve sono stati selezionati alle 12 del 2 marzo 2021. Le strategie si considerano valide se i prezzi toccano il punto di entrata prima del take profit o dello stop loss.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories