Portafoglio del Martedì: investiamo su Stmicroelectronics

Luca Fiore

5 Luglio 2022 - 15:09

condividi

Mentre il rendimento del nostro portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit si conferma in rosso, l’investimento su Bper Banca non è ancora diventato operativo. Oggi investiamo al rialzo sulle azioni Stmicroelectronics.

Portafoglio del Martedì: investiamo su Stmicroelectronics

Stabile in deciso rosso, nell’ultima settimana il rendimento del nostro Portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit non ha fatto registrare variazioni.

In portafoglio sono attive le operazioni sull’indice Ftse Mib e quella sulle azioni Banca Generali.

Per ora, come d’abitudine concediamo due settimane di tempo alle nostre operazioni prima di cancellarle, il deal inserito la scorsa settimana, quello sul titolo Bper Banca, non è divenuto operativo.

Oggi vogliamo inserire un nuovo investimento, sempre puntando su un incremento dei corsi, sul titolo Stmicroelectronics.

Portafoglio di investimento: la situazione generale

Gli obiettivi di mercati e banche centrali non sono più allineati: mentre i primi guardano all’andamento della crescita economica, le seconde hanno fatto, con la Bank of Japan unica eccezione, all-in sulla lotta all’inflazione.

Se fino a qualche mese fa gli operatori erano dell’idea che i due obiettivi, sacrificando ora l’uno, ora l’altro, sarebbero stati raggiungibili in maniera coordinata permettendo un sostanziale win-win, l’invasione russa dell’Ucraina ha scombussolato il quadro.

Il “boost” ai prezzi al consumo comporta una scelta di campo netta e definita: l’atterraggio morbido dell’economia non sembra più, nelle condizioni attuali, raggiungibile ed i banchieri centrali hanno più volte ribadito di voler provare a recuperare parte della credibilità persa negli ultimi mesi.

Oltre ad aver sottovalutato, almeno in versione ufficiale, una valanga inflazionistica che stava montando, i primi due banchieri centrali hanno dovuto rivedere in corsa guidance (Powell) e strategia di contenimento degli spread (Lagarde).

In un simile contesto, il primo semestre dei maggiori mercati si è chiuso con un rosso di circa 20 punti percentuali e, a meno di cambiamenti radicali dell’attuale contesto (come ad esempio un’improbabile fine delle ostilità in Ucraina), anche la seconda parte dell’anno si annuncia particolarmente sfidante (e le vendite registrate nella prima parte dell’anno vanno inquadrate proprio nella necessità di prezzare, almeno parzialmente, simili scenari).

In linea generale, il sentiment dei mercati dovrebbe confermarsi ribassista anche se potremmo assistere ad una stabilizzazione visto che, probabilmente, il picco dei prezzi al consumo, più negli Stati Uniti che in Eurolandia, potrebbe esser stato raggiunto.

Portafoglio del Martedì: investiamo su Stmicroelectronics

A causa della debolezza dei primi sei mesi, “arricchita" da due crolli dei mercati di una certa importanza (quello innescato dall’inizio delle ostilità in Ucraina e quello post-meeting della Bce), il rendimento del nostro portafoglio di investimento è negativo per 88 punti percentuali.

A far compagnia all’investimento rialzista sull’indice Ftse Mib, su cui abbiamo investito utilizzando un Turbo Open End con sottostante il Ftse Mib con codice Isin DE000HB5FMR6, da un paio di settimane c’è quello su Banca Generali.

Indice Ftse Mib, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Azioni Banca Generali, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Per quanto riguarda il Ftse Mib, il supporto statico dei 21.200 sembrerebbe in grado di contenere le velleità ribassiste ma non ancora pronto a rilanciare gli acquisti.

Nel caso di invece di Banca Generali, su cui abbiamo investito con un Turbo Open End con codice Isin DE000HB7N6U0, nelle ultime sedute abbiamo registrato un indebolimento dei corsi.

L’investimento sulle azioni Bper Banca per ora, e per fortuna, non è divenuto operativo (DE000HB51MQ2).

Azioni Bper Banca, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Nel numero di oggi torniamo ad investire su Stmicroelectronics, un altro titolo che nelle ultime sedute ha registrato un deciso indebolimento. Dopo un gap tra 34,375 e 33,575 euro, questo titolo ne ha registrati altri due:

  • tra 31,44 e 30,905 euro;
  • tra 30,62 e 30,27 euro.

Azioni Stmicroelectronics, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

In presenza di un ipervenduto che va avanti quasi ininterrottamente da oltre tre settimane, e con i prezzi in corrispondenza del supporto dei 28 euro, puntiamo ad un ingresso a 28,4 con target 32,4 euro. Lo stop loss vogliamo fissare a 25,5 euro.

Per questo investimento utilizzeremo un Turbo Open End su emesso da UniCredit con sottostanti le azioni Stmicroelectronics con codice Isin DE000HB87PW7.

Questo prodotto presenta una barriera di knock out a 23 euro, distante oltre 18 punti percentuali, ed una leva fissata a 5.

I nuovi prodotti inseriti e le rispettive leve sono stati selezionati alle 13:30 del 5 luglio 2022. Le strategie si considerano valide se i prezzi toccano il punto di entrata prima del take profit o dello stop loss.

Iscriviti a Money.it