Petrolio in calo, dollaro in rialzo: così Cina e Usa guidano i mercati

Violetta Silvestri

8 Novembre 2022 - 08:37

Nei mercati mondiali oggi il prezzo del petrolio scende, mentre il dollaro si rafforza. I motivi di questi movimenti sono in Cina e negli Usa. Covid ed elezioni midterm dominano la scena.

Petrolio in calo, dollaro in rialzo: così Cina e Usa guidano i mercati

Il petrolio diminuisce mentre gli investitori valutano il rinnovato impegno della Cina nelle rigide politiche anti-Covid e il dollaro sale prima delle elezioni di medio termine negli Stati Uniti.

Questi sono i due grandi eventi che stanno guidando i mercati: con il dragone ancora determinato a mantenere le sue rigide misure anti contagio, a fronte di casi di nuovo in aumento, la prospettiva economica cinese si sta facendo cupa. E con essa, quella della domanda globale, soprattutto di carburante.

In più, gli Usa sono in bilico con le elezioni midterm: il dollaro alza la testa in attesa di capire se davvero la potenza economica mondiale rischia di cadere nell’instabilità con un Congresso in mano ai repubblicani.

Petrolio, c’è l’effetto Cina: prezzi in calo, ma i $100 al barile sono possibili

Alle ore 8.15 circa, la quotazione Brent scambia a 97,72 dollari al barile, con un calo dello 0,20%. I futures sul WTI prezzano 91,61 dollari al barile, a -0,20%.

I prezzi del petrolio sono in diminuzione poiché i timori di una recessione e il peggioramento dell’epidemia Covid in Cina hanno suscitato preoccupazioni su una minore domanda di carburante, superando le paure sull’offerta ristretta.

Entrambi i benchmark avevano raggiunto il loro massimo da agosto lunedì, dopo che i leader della Cina, il principale importatore mondiale di greggio, stavano valutando un’uscita dalle rigide restrizioni contro la pandemia. Tuttavia, i funzionari sanitari hanno poi riaffermato l’impegno nella rigorosa politica zero-Covid.

I casi sono aumentati drasticamente a Guangzhou e in altre grandi città cinesi, secondo i dati ufficiali mostrati martedì. L’hub manifatturiero globale sta combattendo la sua peggiore riacutizzazione di sempre, testando la sua capacità di evitare un blocco in stile Shanghai in tutta la città.

Un biglietto verde più solido ha anche pesato sui prezzi del petrolio. Il greggio è generalmente prezzato in dollari Usa, quindi un biglietto verde più forte rende la merce più costosa per i detentori di altre valute.

Secondo l’analista di CMC Markets Tina Teng, “sulla scia dell’inflazione vischiosa e dell’aumento dei tassi di interesse nei principali paesi occidentali, i futures sul petrolio stanno ancora scontando la possibilità di una recessione economica globale.”

Tuttavia, i fondamentali a breve termine per il petrolio rimangono rialzisti, con l’attenzione che torna sui problemi di fornitura, hanno affermato gli analisti di ANZ Research.

James Whistler, amministratore di Vanir Global Markets Pte a Singapore è della stessa opinione: “i fondamentali rimangono puntati verso una prospettiva rialzista”, ha affermato, citando il taglio dell’OPEC e le incombenti sanzioni russe, che potrebbero riportare il Brent sopra i $100 al barile.

Dollaro attende le elezioni midterm Usa

I mercati sono concentrati sulle elezioni midterm in Usa, con un potenziale stallo per l’amministrazione Biden se vinceranno i Repubblicani e sulla lettura dei prezzi al consumo di giovedì prossimo, per il suo impatto sugli aumenti dei tassi di interesse della Federal Reserve.

Il biglietto verde ha ottenuto piccoli guadagni rispetto a tutte le sue controparti valutarie del Gruppo di 10.

Alcuni analisti affermano che il risultato potrebbe essere positivo per le obbligazioni e negativo per il dollaro se porta a un minore stimolo fiscale. “Se otteniamo un risultato di stallo o una vittoria repubblicana, non sarà così facile ottenere uno stimolo fiscale per il prossimo anno, il che significa che (il presidente della Federal Reserve Jerome) Powell può permettersi di togliere il piede dall’acceleratore di rialzo dei tassi di interesse”, ha affermato Damien Boey, chief macro strategist di Barrenjoey.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo