Petrochina: la prima società a raggiungere i 1.000 miliardi di dollari non se la passa bene

Prima di Apple ci fu Petrochina, che raggiunse i 1.000 miliardi di dollari di capitalizzazione nel lontano 2007 per poi vedere rapidamente crollare il suo valore

Petrochina: la prima società a raggiungere i 1.000 miliardi di dollari non se la passa bene

Lo storico traguardo di Apple, che vale ufficialmente mille miliardi di dollari, rappresenta un primato negli USA.
Ma fuori dagli States ci fu già chi raggiunse quella cifra, ovvero il gigante cinese PetroChina.

Nel lontano 2007, il colosso petrolifero divenne infatti la prima società della storia a toccare il trilione di dollari. La circostanza fu celebrata e attenzionata a dovere ma non troppo a lungo, visto che il suo valore è precipitato in meno di un anno e la società ha fatto registrare il peggiore calo in Borsa della storia.

La storia di Petrochina: dal paradiso all’inferno

La capitalizzazione di mercato di PetroChina è arrivata a 1.000 miliardi di dollari in seguito allo strabiliante debutto sulla Borsa di Shanghai il 5 novembre del 2007. Le azioni sono quasi triplicate e l’aumento ha portato rapidamente l’azienda a valere 1.100 miliardi di dollari sia sulla borsa di Shanghai che su quella di Hong Kong, dove aveva debuttato anni prima.

Sembrava tutto in discesa da lì in poi per il gigante del petrolio di Pechino, ma il valore di mercato di PetroChina è crollato a meno di 260 miliardi di dollari a fine 2008, una caduta che rappresenta la maggiore perdita di capitalizzazione della storia secondo Bloomberg.

Le principali responsabilità di questa clamorosa discesa sono da rintracciare nella crisi finanziaria e nel crollo del prezzo del petrolio. Quando PetroChina fece il suo debutto sulla Borsa di Shanghai, nel 2007, il prezzo del brent arrivò fino ai 140 dollari al barile. Oggi è a poco più di 73 dollari.

Ma la parabola discendente di PetroChina non si è arrestata. Le sue azioni hanno perso più del 20% dall’inizio del 2009 e la capitalizzazione ha bruciato un valore complessivo negli anni di 800 miliardi di dollari: si tratta della perdita maggiore della storia, superiore di quasi 100 miliardi all’intera capitalizzazione della Borsa di Milano.

Al momento Petrochina vale circa 135 miliardi di dollari.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.