Perché a Roma cadono gli alberi? I motivi del pericolo vento nella capitale

Ogni volta che soffia forte il vento a Roma sono molti gli alberi che cadono: ecco i motivi di queste cadute a ripetizione, a volte anche tragiche, nella capitale.

Perché a Roma cadono gli alberi? I motivi del pericolo vento nella capitale

Ogni volta che inizia a soffiare il vento con una certa intensità a Roma, subito scatta l’allarme per il pericolo della caduta degli alberi tanto che la sindaca Virginia Raggi ha pronto un piano speciale per l’emergenza.

Ma perché cadono gli alberi con questa frequenza a Roma? I motivi sono molteplici: si va dall’incuria fino alla mancanza di giardinieri nella capitale, con il Servizio Giardini che nella capitale è fortemente sotto organico e oggetto di costanti tagli al bilancio.

Leggi anche LE FOTO DEGLI ALBERI CADUTI A ROMA

Perché a Roma cadono gli alberi?

Non si tratta soltanto di fatalità spesso anche tragiche. A Roma che è la città più verde d’Europa, con la bellezza di 41.000 ettari tra parchi, ville e giardini (che vengono chiusi dalla sindaca ogni volta che soffia forte il vento), gli alberi cadono a causa dell’abbandono.

In una città che può vantare la presenza di ben 330.000 alberi, come scrive il Sole 24 Ore il Servizio Giardini può contare di un organico di 350 addetti in totale, di cui soltanto 180 sono giardinieri specializzati.

In pratica il giornale di Confindustria ha calcolato che nella capitale ogni giardiniere assunto dovrebbe prendersi cura di circa 2.000 alberi. Un organico quindi insufficiente, con il Servizio Giardini che negli ultimi anni ha subito parecchie sforbiciate al proprio bilancio.

Per fronteggiare a questa emergenza, il Comune ha predisposto l’assunzione di altri 80 giardinieri. Anche così però si rimarrebbe fortemente sotto organico, visto che negli anni ‘80 a Roma si contavano 1.500 giardinieri e la società era ritenuta un autentico vanto.

C’è poi il problema delle ditte appaltatrici che in teoria dovrebbero affiancare Servizio Giardini. Alcune di queste sono finite nel mezzo dell’inchiesta Mafia Capitale, mentre altre non avrebbero un personale sufficientemente preparato ad affrontare una situazione complessa come quella della capitale.

Ci sono poi anche delle motivazioni di natura ambientale e climatica. La poca acqua viste le minori piogge ha fatto perdere elasticità agli alberi, che così cadono con più facilità rispetto al passato.

Leggi anche ALBERI CADUTI SULLE AUTO CHI PAGA

Ci dovrebbero controlli costanti con tanto di potature e, quando necessario, abbattimenti. Nei mesi scorsi il Comune ha stanziato un fondo da 3,5 milioni per il controllo di 80.000 alberi, altro segnale positivo dopo l’assunzione di altri giardinieri, con la sindaca Virginia Raggi che ha deciso di gestire in prima persona questa emergenza.

Per la Raggi quindi per molti alberi della capitale non sarebbe sufficiente neanche la manutenzione, vista la loro età e il loro stato, con l’unica soluzione che sarebbe l’abbattimento e la sostituzione con nuovi alberi più giovani e sani.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Roma

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.