Pensioni, ultim’ora: il calendario ufficiale per il ritiro del cedolino di maggio

Antonio Cosenza

23/04/2020

16/04/2021 - 15:42

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Pensione, anche quella di maggio verrà pagata in anticipo: ecco le date per il ritiro in contanti ufficializzate da Poste Italiane.

Pensioni, ultim'ora: il calendario ufficiale per il ritiro del cedolino di maggio

Pensioni, novità: Poste Italiane ha finalmente ufficializzato il calendario per il ritiro della pensione di maggio, per la quale verrà utilizzato lo stesso metodo previsto il mese scorso, con l’aggiunta che questa volta sarà possibile ricorrere anche al supporto da parte dei Carabinieri, i quali - in determinate circostanze - potranno consegnare l’importo in contanti dell’assegno direttamente a casa del pensionato.

Come noto, l’emergenza da COVID-19 ha reso necessaria una rimodulazione del calendario per il pagamento delle pensioni. Troppo importante evitare assembramenti all’esterno e all’interno degli uffici postali ed è per questo che Ministero del Lavoro, INPS e Poste Italiane hanno raggiunto un accordo per pagare anticipatamente la pensione e dilazionare il ritiro in contanti su più giornate.

Il metodo adottato per il ritiro in contanti della pensione è quello dell’ordine alfabetico: si parte il 27 di aprile con i cognomi che iniziano per A o B, per concludere il 2 maggio (quando gli uffici postali saranno aperti solamente la mattina) con i cognomi dalla Q alla Z.

Arriverà più tardi, visto che non è previsto alcun anticipo, la pensione per chi ha l’accredito in banca. In questo caso, infatti, il primo giorno bancabile del mese coincide con lunedì 4 maggio 2020 (quando tra l’altro dovrebbe partire la fase due), come da calendario ordinario.

Per i più “fortunati”, ovvero per chi ha l’accredito su conto corrente postale oppure preferisce il ritiro in contanti direttamente presso l’ufficio postale, la pensione invece arriverà prima; vediamo il calendario completo appena ufficializzato da Poste Italiane.

Pensioni: le date del ritiro in contanti in posta

Come anticipato, per chi vuole ritirare la pensione in contanti presso gli uffici postali c’è un calendario ben preciso da rispettare, redatto tenendo conto dell’ordine alfabetico.

Nel dettaglio, ci si potrà recare in posta e ritirare la pensione solo nella giornata indicata dal seguente calendario, oppure successivamente (a partire, quindi, da lunedì 4 maggio):

  • 27 aprile: i cognomi dalla A alla B;
  • 28 aprile: i cognomi dalla C alla D;
  • 29 aprile: i cognomi dalla E alla K;
  • 30 aprile: i cognomi dalla L alla P;
  • 2 maggio (sabato mattina): i cognomi dalla Q alla Z.

Ricordiamo che per il ritiro della pensione c’è anche la possibilità di consegna a domicilio da parte dell’Arma dei Carabinieri. Un’opportunità riservata però solamente ai pensionati Over 75 , eccetto coloro che:

  • abbiano già delegato altri soggetti alla riscossione;
  • abbiano un libretto o un conto postale;
  • vivano con familiari o comunque questi siano dimoranti nelle vicinanze della loro abitazione.

Per chi non rientra in nessuna delle suddette condizioni, quindi, la pensione arriva direttamente a casa. Come fare per richiedere questo servizio? Basta chiamare al numero 800 00 33 22.

Pensione su conto corrente: quando arriva?

Come già abbiamo avuto modo di spiegare, per chi ha l’accredito della pensione su conto corrente bancario non ci sono novità visto che non è previsto alcun anticipo del pagamento il quale avverrà - come previsto dal calendario annuale - in data 4 maggio 2020.

Novità invece per chi la riceve su conto corrente postale (per i titolari di Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution) visto che, come il mese scorso, è previsto un anticipo al 27 di aprile. A tal proposito Poste Italiane consiglia di ritirarla direttamente dai Postamat presenti all’esterno degli uffici, in modo da non dover rispettare l’ordine alfabetico previsto per il ritiro in contanti.

Iscriviti alla newsletter